Il Regno Unito non metterà la Spagna nella sua lista rossa dei paesi ad alto rischio di COVID-19

0

Il Regno Unito non metterà la Spagna nella sua lista rossa dei paesi ad alto rischio di COVID-19, il calo dei casi e eliminata preoccupazione per la mancanza di camere d’albergo sufficienti per mettere in quarantena i turisti britannici risultati positivi, secondo quanto rivelato questo mercoledì dal quotidiano “The Times”.

Il governo britannico prevede di aggiornare giovedì la sua lista sui viaggi internazionali, in cui elenca i paesi come verdi, ambra o rossi, a causa del rischio di COVID.

La Spagna è in ambra -rischio intermedio-, ma nelle ultime settimane si era ventilato, nel Regno Unito, il rischio che diventasse rossa a causa del forte aumento dei contagi e della possibile diffusione della variante Beta, individuata per la prima volta in Sud Africa e apparentemente più resistente ai vaccini.

Tuttavia, la variante Beta rappresenta attualmente solo lo 0,5% dei casi di covid in Spagna, afferma il quotidiano britannico.

I cittadini che entrano nel territorio britannico da un paese elencato in rosso sono tenuti a mettersi in quarantena per 10 giorni in un hotel assegnato dal governo, oltre a pagare vitto e alloggio.

Inoltre, tutti i passeggeri – vaccinati e quelli che non hanno fatto il vaccino – devono sottoporsi a un test covid il secondo giorno di ingresso nel Regno Unito, mentre quelli non vaccinati, devono sostenere un test aggiuntivo l’ottavo giorno.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui