Il terribile scarafaggio delle Canarie, catalogato come specie minacciata?

0

Il terribile scarafaggio delle Canarie, catalogato come specie minacciata?

Tra le specie che fanno parte della biodiversità delle Isole Canarie c’è un elemento che nei periodi di piogge, e a causa della cattiva manutenzione delle reti fognarie, regna indisturbato nel ranking delle apparizioni: il symploche microphthalma, comunemente detto “cucaracha subterránea” in estate per via delle temperature, e in autunno e inverno per le piogge.

Una presenza che non lascia indifferenti. Lo scarafaggio è onnivoro e si nutre quindi anche delle acque fecali presenti nell’habitat sotterraneo. La specie è presente sull’isola e particolarmente popolosa nel sottosuolo, come confermato da Heriberto López, Elena Morales e Pedro Oromí in una pubblicazione edita dal Ministero per l’Ambiente.

La sua precedente catalogazione come specie minacciata era giustificata dalla convinzione che la sua presenza fosse alquanto scarsa; convinzione che si è dimostrata non veritiera in seguito a recenti studi.

Questa specie troglomorfa si differenzia da quella della loboptera, l’altro genere con specie ipogea presente alle Canarie, per la presenza di due stili nella placca subgenitale.

Le dimensioni variano da 13,5 centimetri nei maschi, fino a 17,5 centimetri nelle femmine. Di colore tendente all’arancione e occhi visibilmente ridotti.

Le femmine si distinguono dai maschi per il corpo più grande e largo, e per la forma e misura del pronoto e delle tegmine.

Questa specie vive nelle gallerie artificiali, ai margini dei pochi tubi di lava accessibili presenti nell’isola, hanno grande capacità di adattamento e diffusione nell’ambiente sotterraneo.

 

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui