Imprenditori del sud di Tenerife necessario migliorare i controlli sanitari nei porti ed aeroporti

0

Imprenditori del sud di Tenerife necessario migliorare i controlli sanitari nei porti ed aeroporti

Il Círculo de empresarios y Profesionales del Sur de Tenerife crede che il sistema attualmente in uso sia estremamente lasso e può far perdere l’occasione, a maggio, data dalla riapertura dei mercati europei, specialmente di quello britannico. L’associazione imprenditoriale considera possibile un margine di miglioramento nei controlli sanitari che si applicano nei porti ed aeroporti per il rilevamento e tracciamento del Virus COVID19, come afferma già da diversi mesi.

Gli imprenditori considerano urgente la digitalizzazione dei registri, che adesso vengono tenuti manualmente, su carta e penna; come anche il controllo sui viaggiatori che fanno il test dopo il loro arrivo, cosa che non si sta facendo; che si autorizzi la creazione di uno spazio all’interno di porti ed aeroporti in cui effettuare i test a quei viaggiatori che ne sono sprovvisti al momento del loro arrivo e l’implementazione di codici QR che consentono il tracciamento giornaliero nei casi di contagio. “Crediamo che si debba guardare e copiare i casi di successo riscontrati in quei territori che hanno ottenuto il controllo nelle proprie frontiere, riuscendo in questo modo a contenere l’espansione del virus”.

“I sistemi basati sulla digitalizzazione e sull’Intelligenza Artificiale sono già reali e si stanno applicando con successo in altri territori insulari, come per esempio Taiwan, Madeira, Australia e Nuova Zelanda”.

Il CEST ritiene che solo in questo modo, le Isole Canarie potranno diventare una destinazione sicura e più competitiva, di fronte alla necessità urgente e imprescindibile di recuperare l’attività turistica e l’economia dell’Arcipelago. Gli imprenditori insistono sulla necessità di concentrare tutte le energie nello sforzo verso il recupero, facendo uso delle nuove tecnologie, trasmettendo un’immagine di sicurezza e modernità che saranno le colonne del nuovo turismo e della richiesta dei clienti nell’era post-pandemia.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui