Insediamenti abusivi: il Comune di Granadilla spera in interventi tempestivi per risolvere il fenomeno sulle coste

0

Insediamenti abusivi: il Comune di Granadilla spera in interventi tempestivi per risolvere il fenomeno sulle coste

Il Governo locale ha incontrato diversi rappresentanti delle parti in causa, come la Subdelegación del Gobierno, Costas, Cabildo e proprietari terrieri coinvolti. Il Comune di Granadilla de Abona si augura che si possa risolvere il problema degli insediamenti abusivi nella costa di Granadilla de Abona, e concretamente, nella costa di Los Abrigos e El Médano, nei barrancos del Hermano Pedro e quelli attigui all’IES di El Médano e a quello di El Topo.

Per questo il governo locale sta lavorando insieme alla delegazione del Governo, alla Direzione Generale di Costas, al Governo delle Canarie e al Cabildo di Tenerife, come anche con i proprietari terrieri coinvolti e con le forze e corpi di Sicurezza, ottenendo l’impegno da parte delle amministrazioni, che una volta eseguito lo sgombero dalla Caleta di Adeje, avvenuto lo scorso mese, Granadilla de Abona sarà la prossima su cui intervenire.

Dal 3 dicembre 2019 era nota l’informazione alla delegazione del Governo, che era stato sollecitato ad intervenire con dispositivi di sicurezza, oltre ad aver emesso in due occasioni relazioni complete e consegnate all’ente Costas, competente in materia di dominio pubblico terrestre, sugli insediamenti abusivi nelle zone che vanno da Agua Dulce a Los Abrigos fino a El Médano. Di fatto, lo stesso Assessore all’Ambiente del Cabildo ha espresso al governo locale la richiesta di intervento in questi casi.

Dal Comune fanno hanno fatto sapere in diverse occasioni che esiste la massima disponibilità nel mettere a disposizione mezzi per la pulizia e la raccolta di rifiuti nei luoghi, una volta sottoposti allo sgombero.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui