Inviata da un lettore: MIRACOLO! a Tenerife continua l’Estate

0

Inviata da un lettore: MIRACOLO! a Tenerife continua l’Estate

Mentre quasi in tutto il mondo con l’arrivo del mese di novembre, comincia ad avvertire il freddo, le temperature si abbassano e si inizia a coprirsi con vestiti più idonei alla stagione, rivoluzionando gli armadi con indumenti più adatti dove sciarpe, vestiti e scarpe invernali prendono il sopravvento con l’arrivo del freddo che ha già iniziato a produrre i suoi effetti.

Invece a Tenerife si continua appieno a godere della bella  stagione, le persone  continuano a vestirsi (più propriamente a svestirsi) con indumenti leggeri, quasi tutti gli uomini in pantaloncini corti e sandali affollano i bar e ristoranti intrattenendosi in liete e leggere conversazioni sorseggiando bibite ben ghiacciate che rallegrano le papille gustative atte a percepire i sapori e gustare piacevolmente la bella stagione che allieta e rinfresca l’anima ed il cuore della gente.

Il miracolo a Tenerife e’ proprio questo, il Signore ha voluto privilegiare questo Paese allontanandolo dal freddo invernale e facendo avvertire per l’intero anno il gusto del caldo che procura una sensazione piacevole al corpo, inebriando lo spirito e donando un dolce benessere che induce alla serenita’ personale  ed al benessere spirituale.

Il caldo a Tenerife fa amare di più la vita. Ma l’amore dov’è? E’ dietro le quinte dove puo’ essere sempre cercato e trovato. E’ nascosto dietro a tutto ciò che appare futile e inutile. Il problema non e’ tanto l’amore quanto gli occhi dei ciechi che non riescono a vederlo. Sono anche anziano (in lingua spagnola più delicatamente “mayor”) non confondiamoci, l’amore non ha nulla a che vedere con lo spasimo di sofferenza che mi chiude la gola ogni volta che prendo in mano una foto o che mi perdo in qualche ricordo.

Non piangersi addosso…anche al cuore viene chiesto di cambiare aspetto. Gli si chiede di accogliere cio’ che di buono e di bello e’ stato dato e di trovare un luogo adatto ad ogni nuovo sentimento. Ma ogni luogo deve avere una porta che si possa aprire facilmente quando si desidera ripensare alle ricchezze ricevute e, che si serri prontamente ogni qual volta si insinui un pensiero di vana sofferenza. Ecco ciò che mi si chiede di fare: mettere ordine dentro di me  null’altro.

Devo apprestarmi perciò a spalancare il cuore ad una vita nuova e gioire in profondità per quanto la vita che ho vissuto finora mi ha insegnato. Dedicarmi ad una nuova vita piacevole a Tenerife e’ il segnale che mi viene offerto perche’ non sbagli direzione nel mio cammino alla ricerca di una vita migliore, dove il  concetto salute non viene sottovalutato ma non inteso solo come benessere fisico trascurando l’aspetto mentale e relazionale.

giannimperia

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui