Isole Canarie ricevono meno turisti ma fatturano 34ml in più

1

Le Isole Canarie accolgono meno turisti rispetto all’ultimo anno pre-covid ma fatturano 34 Milioni di Euro in più. Le Isole Canarie hanno accolto in agosto 7,81 Milioni di visitatori stranieri, 866.982 in meno rispetto allo stesso periodo del 2019.

Secondo le cifre pubblicate dall’Instituto Nacional de Estadística (INE), il ritardo registrato nel settore turistico canario nel recuperare le cifre del periodo pre-covid, si concentra essenzialmente nel primo trimestre dell’anno, quando era ancora determinante la situazione generata in tutta Europa dalla diffusione della variante Omicron.

Dallo scorso aprile invece, le Isole Canarie stanno ripetendo la stessa sequenza abituale nel periodo precedente l’insorgenza del coronavirus: numeri superiori al milione di turisti in aprile, luglio e agosto e tra gli 880.000 e 920.000 nei mesi di maggio e giugno, i due mesi intermedi tra la fine della stagione invernale (settimana di Pasqua) e l’inizio dell’estate.

Con quasi 877.000 turisti in meno, che per le Isole Canarie equivale a “perdere un mese” della bassa stagione, il settore ha fatturato quasi 34 milioni in più. E questo perché, da gennaio, la spesa fatta da ogni turista straniero ha superato quella di tutti i mesi precedenti la pandemia, situandosi al di sopra dei 1.500 Euro, sia in luglio che in agosto.

Solo in agosto, l’ultimo mese con cifre disponibili nelle statistiche Frontur e Egatur, le Isole Canarie hanno accolto 1.035.410 turisti stranieri (4.092 in meno rispetto al 2019 – pari a -0.47%), fatturando 1,573 Miliardi (79 Milioni in più, pari a +5,28%). Se il confronto viene fatto con il 2021, la crescita di agosto è pari all’81,90% per quanto riguarda gli arrivi e all’92,53% per quanto riguarda la spesa.

Notizie canarie

Visita il nostro Magazine

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui