La Palma – Messa in sicurezza la “Roccia de La Zarzita”

0
la-palma-la-zarzita

la-palma-la-zarzitaLa Reserva della Biosfera dell’isola La Palma, Il municipio di Villa de Garafía e il Cabildo Insular de La Palma, si sono coordinati per evitare la caduta di vari pannelli nella stazione archeologica della La Zarzita.

 

La continua crescita della vegetazione nella zona, unitamente alla dura condizione climatologica della zona, hanno indotto le tre istituzioni a intervenire con urgenza alla messa in sicurezza della zona.

{loadposition adsense-riquadro-articoli-piccolo}

In tutta questa area, prima della creazione del Parco Archeologico, gli allevatori coltivavano l’approvvigionamento del bestiame. Senza una costante pulizia, le radici della vegetazione hanno portato al distacco di alcuni blocchi della scogliera.

Proprio in cima al principale pannello, cresce un bosco di eriche, un gran pino,le cui radici penetrate attraverso le fessure minacciano di far crollare un grande segmento della scogliera che è il 50 per cento della stazione di roccia, rendendola instabile.

In questa area vi sono senza alcun dubbio, i petroglifi più spettacolari dell’isola, soprattutto la presenza di alcuni dei più complessi della storia precoloniale insulare, come quelli con gli straordinari gruppi di spirali e cerchi semicircolari concentrici.

Tutto questo giustificò, dopo la sua dichiarazione nel 1986, come “bene di interesse culturale” la conversione, nel 1998 in primo Parco Archeologico delle Canarie.

Per evitare possibili incidenti è stata chiusa al pubblico questa parte dell’aerea, durante i lavori, ma potendo però continuare a visitare, la vicina zona della La Zarza.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui