L’aria “italiana” di Tenerife, tra le prime 50 pizzerie Top d’Europa

0

L’aria “italiana” di Tenerife, tra le prime 50 pizzerie Top d’Europa. “Oro di Napoli” di Tenerife, oro d’Italia.

In epoca di Olimpiadi e alti Campionati, l’Italia incassa medaglie e porta a casa, per la gioia di tutti. Ma se nelle discipline sportive c’è sempre spazio per polemiche, la gara di cui parliamo oggi mette tutti d’accordo. La Pizza dell’Anno 2021 in Europa si chiama “Diavola de León”, e contiene il “chorizo de León”, in una ricetta elaborata dai Fratelli Figurato, originari di Salerno. Con la loro pizza, con cui deliziano i clienti nel loro locale di Madrid, sono saliti sul podio delle migliori pizzerie d’Europa. Una pizza che vuol essere un omaggio alla Spagna, con un ingrediente spagnolo così amato come il “chorizo semipicante” della città di León.

Ma la bella favola non finisce qui, perché nel ranking delle prime 50 pizzerie Top d’Europa si respira l’aria “italiana” di Tenerife. Infatti anche la Pizzeria Oro di Napoli, a Los Cristianos, si aggiudica un posto di tutto rispetto in questa classifica dai valori universali.

L’elevato numero di paesi partecipanti a questo concorso, la dice lunga sulla valenza di un prodotto come la pizza, che sa mettere tutti d’accordo. E non si tratta solo di gusto. Quello che gli italiani all’estero, dalle prime ondate migratorie di fine ‘800, quando nascevano i primi locali negli scantinati dei quartieri poveri dei migranti, fino ai “business-concept” odierni, testimoniano con il loro successo, parla di storie di integrazione, e storie di riscatto. Ma soprattutto di storie dei singoli. Piccole imprese, che non solo resistono alla concorrenza impari delle multinazionali, ma che continuano ad essere fonte di realizzazione professionale e personale. E non perché sia necessario far battaglia al potere delle grosse catene agroalimentari, ma perché ognuno di noi, anzitutto, è persona, e queste persone che oggi vincono, ci dimostrano che una testa e due braccia sono sempre e ancora tutto ciò che serve per percorrere la propria strada.

La redazione

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui