Le bermuda da mare più stimate d’Europa sono quelle del Presidente del Portogallo

0

Le bermuda da mare più stimate d’Europa sono quelle del Presidente del Portogallo

Ci eravamo riconosciuti nel capello scompigliato di Mattarella, quando in un fuori-onda dello scorso marzo, diventato subito virale, il Presidente della Repubblica confessava di non riuscire a domare la propria capigliatura, perché – in pieno lockdown – non poteva andare dal parrucchiere.

Ci siamo poi divertiti, infuriati o vergognati, a seconda dei punti di vista, quando in aprile divenne un caso nazionale la chioma esuberante ed incontrollabile di Giovanna Botteri, inviata RAI a Pechino, ripresa da Striscia La Notizia. Una “notizia” – si fa per dire – che dava il via ad una serie di smentite e contro-smentite su cosa fosse lecito e/o opportuno dire rispetto alla pettinatura della Signora Botteri. La quale, in risposta allo scandalo generatosi suo malgrado, lasciava serenamente comprendere come i suoi pensieri, e la sua visione della propria professione, non abbiano bisogno di essere pettinati, perché sono già perfettamente in ordine. Tutto questo succedeva all’interno del recinto di casa nostra e dei look, per così dire, “nostrani”.

Risonanza europea ha raccolto invece la foto che immortala il Presidente del Portogallo, Marcelo Rebelo de Sousa, mentre fa la coda al Supermercato. L’abbinamento “mascherina e bermuda”, ancora non si erano viste. Non solo: mascherina, bermuda e carica istituzionale, rappresentava un mix unico al mondo. E unico al mondo sembra essere questo presidente, che in Italia si conosce poco, ma che in Spagna sta riscuotendo un successo che cresce in modo inversamente proporzionale alla popolarità del governo spagnolo.

In Portogallo, nessuno è più popolare del Presidente, chiamato semplicemente “El Professor”. Da quando ha vinto le elezioni con la maggioranza assoluta, nel 2016, la sua popolarità non è mai venuta meno.

Un politico che abbraccia, che parla con tutti e che riesce a metter d’accordo tutti. La sua campagna elettorale è stata probabilmente la meno costosa di tutte: a bordo di una macchina, con il suo staff, e suo figlio alla guida.

Non si è mai trasferito nella residenza presidenziale, preferendo rimanere nella sua casa di sempre. In tempi normali, il professore, sia caldo o freddo, fa la sua nuotatina nell’oceano, mentre turisti e passanti ne approfittano per farsi un selfie con il Presidente.

 

Probabilmente gli mancavano i suoi yogurt preferiti, quando ha deciso di andare al supermercato in bermuda e mascherina, facendo comunque trasparire un senso per l’abbinamento cromatico: mascherina azzurro chiaro, maglione blu, bermuda dello stesso colore della mascherina. Ha preso ciò che gli serviva, e si è messo in fila. Nessuna sorpresa per i suoi concittadini, abituati alla sua presenza informale, ma l’immagine è diventata virale su twitter. E la maggior parte dei re-tweet si è registrata in Spagna.

La vita politica e sociale del Portogallo è piena di momenti che contrastano con le proteste e la tensione in Spagna, dando dimostrazione che i problemi si possono risolvere anche con approcci differenti. La foto del Presidente della Repubblica del Portogallo in bermuda, facendo la fila alla cassa, ha generato entusiasmo fuori dal paese, ma nello stesso Portogallo la maggior parte delle persone considera normale che i servitori dello Stato si occupino delle loro incombenze private. A volte, educazione vuol dire anche questo: non immischiarsi nelle normali faccende della vita quotidiana e irrilevanti ai fini della rappresentanza politica, che deve sì rimanere chiara e ben delimitata dalla legge. Ma in Portogallo si va oltre, dando esempio di alta politica, un esempio di cui non si sente testimonianza in altri paesi dell’Unione Europea.

Il paese lusitano è diventano lo specchio in cui tutti i partiti politici, di qualsiasi paese, dovrebbero guardare, quando si rende necessario remare tutti nella stessa direzione. In piena crisi da Coronavirus, il leader dell’opposizione, Rui Rio, di centro-destra, ha dato una lezione di stile, anzi di vita, appoggiando senza esitazione il primo ministro, il socialista António Costa: “Signor Ministro, conti con la nostra collaborazione. Aiuteremo in tutti i modi. Le auguro coraggio, nervi d’acciaio e molta fortuna. Perché la Sua fortuna, è la nostra fortuna”.

Anche questo discorso, pronunciato davanti al Parlamento portoghese, è diventato virale, e a me viene una gran voglia di imparare il portoghese.

Francesca Passini

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui