Le Canarie leader nel consumo di birra analcolica

0

Le Canarie leader nel consumo di birra analcolica Castiglia-La Mancia, Andalusia e Canarie sono le regioni autonome spagnole in cima alla classifica per maggior consumo di birra analcolica, mentre Aragona, Le Asturie e Navarra si collocano agli ultimi posti.

Sono dati forniti dallo studio “Informe del consumo de alimentación en España”, pubblicato dal Ministero dell’Agricoltura nel 2017, secondo cui, l’83,1% della birra consumata contiene alcol. L’estate è la stagione in cui se ne consuma di più: il 30% del consumo annuo, pari a circa 1,2 milioni di litri, come conferma l’associazione di settore Cerveceros de España. Le ore di luce, l’esposizione al sole e l’alimentazione estiva ne fanno uno degli alimenti top dell’estate, e difatti il 90% la sceglie come prima opzione di consumo durante questo periodo.

Il consumo sociale di birra è il preferito tra gli spagnoli, principalmente con amici e familiari, durante i pasti e nei bar e ristoranti, in linea con le abitudini sociali prevalenti in Spagna.

Il direttore generale di Cerveceros de España, Jacobo Olalla Marañón, ha confermato che la Spagna è una delle destinazioni turistiche per visitatori provenienti per oltre il 40% da paesi consumatori di birra, come Regno Unito e Germania, e per questo oltre il 25% del consumo si deve ai turisti stranieri. Il settore è uno dei principali esportatori mondiali, anche perché i turisti che rientrano nei propri paesi d’origine cercano poi la birra spagnola.

Per quanto riguarda la produzione, il settore è cresciuto lo scorso anno del 3,2%, con un totale di 37,6 milioni di ettolitri di birra elaborati. Risultati che fanno della Spagna il quarto paese produttore in Europa, dopo Germania, Regno Unito e Polonia, e undicesimo al mondo, in una classifica capeggiata da Cina, Stati Uniti e Brasile.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui