Le Canarie non sono preparate in caso di morsi o punture di animali velenosi

0

Le Canarie non sono preparate in caso di morsi o punture di animali velenosi.  Il Ministero per la Salute ha avviato le prime misure per l’istituzione di una banca contro i veleni di animali esotici velenosi.

La Fundación Neotrópico forma i professionisti del SUC in materia di assistenza in caso di morsi o punture provocati da differenti specie. Le Canarie non sono preparate in caso di morsi o punture di animali velenosi.

Anche se nell’arcipelago non sono stati ancora riscontrati gravi casi di avvelenamento causato da questo tipo di animali, è però opportuno disporre di una banca di antidoti, perché il tempo di reazione è fondamentale, tenendo presente che i differenti sieri tardano dalle 24 alle 48 ore ad arrivare dalla penisola, mentre, in alcuni casi, bisogna trattare il veleno entro 3/4 ore.

Jaime A. de Urioste Rodríguez, presidente e coordinatore della ricerca presso la Fundación Neotrópico, è a capo del centro per la fauna esotica delle Canarie, dove arrivano tutti gli animali proibiti e in cattività presenti nell’arcipelago. Come lui conferma, nonostante i divieti vigenti, le Canarie sono scenario di un importante commercio illegale di importazione di animali pericolosi, come ragni, scorpioni o serpenti, che, in caso di fuga o abbandono da parte dei proprietari, rappresentano un pericolo per la cittadinanza, per il grado di letalità dei loro veleni

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui