Le Canarie recuperano il 91% dei posti aerei persi causa fallimento Thomas Cook

0

Le Canarie recuperano il 91% dei posti aerei persi causa fallimento Thomas Cook

Le Isole Canarie hanno recuperato il 91% dei posti aerei persi durante la stagione invernale a causa della cessazione dell’attività di Thomas Cook, come assicurato dal Ministro del Turismo, dell’Industria e del Commercio, Yaiza Castilla.

Il direttore regionale ha confermato l’aumento di 168.000 posti da parte del tour operator britannico Jet2, che, insieme ai 12.600 posti della società Wizz Air, “assicurano un totale di 700.000 posti alle Isole Canarie durante il periodo da ottobre a marzo del prossimo anno”.

Ha inoltre fatto riferimento al recupero di altri 400.000 posti da parte del gruppo Ving, una consociata di Thomas Cook in Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia.

Da sottolineare l’enfasi sulla coesione di azione “con imprenditori e agenti del settore” la quale è stata la chiave, per affrontare questa situazione eccezionale e impegnativa”, chiarendo che “la destinazione Isole Canarie non è in crisi, ma è la connettività delle isole.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui