Le Canarie stabiliscono il numero massimo di non conviventi nell’ambiente familiare per il 31 dicembre e il 1 gennaio

0

Le Isole Canarie limitano il numero massimo di non conviventi nell’ambiente familiare per il 31 dicembre e il 1 gennaio. Viene quindi stabilito che il numero massimo di persone non conviventi che potranno riunirsi negli spazi ad uso privato, chiusi o all’aperto, sarà di 10.

Questa misura è confinata alla sfera privata e non riguarda la sfera dei ristoranti o dei luoghi di svago, dove le restrizione sono maggiori. Limitando questa misura al solo ambiente familiare, nei ristoranti e nelle altre attività il numero massimo di persone, nel livello 3 è ancora di 6 per tavolo, aumentato a 8, quanto consentito nel livello 2 se viene presentato il certificato COVID.

Il governo delle Isole Canarie ha concordato nella riunione tenutasi oggi mercoledì di limitare a 10, esclusi i conviventi, il numero massimo di persone che possono partecipare alle riunioni in ambiente privato o familiare, sia in spazi aperti che chiusi, durante il prossimo 31 dicembre e 1 gennaio sulle isole che sono ai livelli di allerta 2 e 3 e con una raccomandazione per un programma di vaccinazione completo. Per convivenza si intendono le persone che vivono sotto lo stesso tetto.

In virtù di tale accordo, nelle isole Canarie che si trovano ai livelli di allerta 2 e 3, il numero massimo di non conviventi che potranno incontrarsi sarà di 10 persone. Nel caso in cui il gruppo sia composto da conviventi e non conviventi, non dovrà essere superato il numero massimo di persone indicato.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui