Le isole Canarie continuano a livelli di allerta sanitaria a medio e basso rischio. La Palma scende al livello 1

0

Le isole Canarie continuano a livelli di allerta sanitaria a medio e basso rischio. La Palma scende al livello 1

Tenerife e Gran Canaria rimangono al livello di allerta 2 con rischio medio e il resto delle isole al livello 1, rischio basso. La Palma questa settimana scende a un livello più basso, vista l’evoluzione favorevole dei suoi indicatori. La media giornaliera dei letti ospedalieri convenzionali nell’intero Arcipelago delle Canarie diminuisce del 21,4% e quella dei letti di terapia intensiva diminuisce del 25,5%

L’isola di La Palma scende al livello di allerta 1, dopo l’evoluzione favorevole dei suoi indicatori. Il resto delle isole prosegue allo stesso livello in cui si trovavano: Tenerife e Gran Canaria al livello 2, o rischio medio, e Fuerteventura, Lanzarote, La Gomera ed El Hierro al livello 1, o rischio basso.

Gli indicatori della fruizione dei servizi sanitari, riferiti all’occupazione dei posti letto, sono fondamentalmente quelli che segnano la gravità causata dal COVID-19, e quelli che vengono presi in considerazione per determinare il livello di rischio per la salute. In questo modo vengono stabiliti cinque livelli di allerta (da 0 a 4) che valutano se la situazione è Traffico Controllato, che sarebbe il rischio più basso, oppure basso, medio, alto o molto alto.

Indicatori sanitari

Gli indicatori di cura mostrano un’evoluzione favorevole e la media giornaliera dei letti ospedalieri convenzionali occupati da pazienti COVID-19 diminuisce del 21,4% e nel suo insieme con una percentuale di occupazione media per le Isole Canarie.

Gobierno de Canarias

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui