Madrid confina 850.000 abitanti in 37 zone di 6 distretti e 8 comuni

0

Madrid confina 850.000 abitanti in 37 zone di 6 distretti e 8 comuni

Sei distretti e otto comuni di Madrid vedranno l’ingresso o l’uscita dei cittadini limitati per evitare il contagio. Come spiegato dalla presidente regionale Isabel Díaz Ayuso, sono 37 le aree in cui si registrano cifre “molto alte”, di oltre 1.000 contagi ogni 100.000 abitanti, e dove verranno stabilite limitazioni alla mobilità. Ma questi, ha assicurato il capo della Giunta regionale, non incideranno sul resto dei cittadini nei loro trasferimenti per lavoro, studio o direzione. Le nuove restrizioni si applicheranno da lunedì prossimo, 21 settembre, ha riferito il Governo regionale.

Inoltre, la prossima settimana verranno effettuati test antigeni su 858.193 persone, che sono quelle che vivono nelle 37 aree colpite. “Dobbiamo evitare lo stato di allarme e di reclusione, perché questo è il disastro economico”. L’idea è isolare i contagiati. Le riunioni saranno permesse ma limitate a 6 persone, misura che interesserà non solo le aree riservate ma l’intera Comunità di Madrid.

Le zone che saranno interessate nella capitale sono: 26 aree nei distretti di Carabanchel, Usera, Villaverde, Villa de Vallecas, Puente de Vallecas e Ciudad Lineal. Nel resto della comunità ci sono 11 zone dei comuni di Fuenlabrada, Humanes, Moraleja de Enmedio, Parla, Getafe, San Sebastián de los Reyes e Alcobendas.

Nello specifico, le zone di Puerta Bonita, Vista Alegre e Guayaba, a Carabanchel, sono nella capitale Madrid; Almendrales, Las Calesas, Zofío, Orcasur e San Fermín, a Usera; San Andrés, San Cristóbal, El Espinillo e Los Rosales, a Villaverde; l’area di base di Villa de Vallecas; Entrevías, Martínez de la Riva, San Diego, Numancia, Peña Prieta, Pozo del Tío Raimundo, Ángela Uriarte, Alcalá de Guadaira e Federica Montseny, nel quartiere Puente de Vallecas; e il dottor Cirajas, Ghandi, Daroca e La Elipa, a Ciudad Lineal.

A Fuenlabrada le aree che faranno da perimetro saranno quelle di Alicante, Cuzco e Francia. Anche i comuni di Humanes de Madrid e Moraleja de Enmedio, e in Parla, le aree sanitarie di base di San Blas e Isabel II. Da parte sua, Getafe sarà interessata a Las Margaritas e Sánchez Morate; a San Sebastián de los Reyes, nella zona di Reyes Católicos; e ad Alcobendas, l’area di Chopera e Miraflores.

Ci sarà una restrizione all’ingresso e all’uscita da tutte queste aree, tranne che per recarsi dal medico, per lavorare, a scuola, per tornare a casa, per assistere anziani o persone non autosufficienti, banche, procedure urgenti o forza maggiore. Ciò si applicherà a tutte le persone che circolano, risiedono o svolgono un’attività economica o commerciale o un’istituzione pubblica aperta, in queste aree. Le forze di sicurezza monitoreranno il rispetto di questo ordinanza.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

62 − = 59