Mercato immobiliare delle Isole Canarie, colpito ma non affondato

0

Colpito ma non affondato. Il mercato immobiliare delle Isole Canarie, parte integrante del territorio spagnolo, ha subìto un duro colpo a causa del Covid e della conseguente caduta del turismo, ma le previsioni sono di una ripresa nel 2022.
In media il prezzo delle case nelle isole Canarie, un arcipelago di sette isole maggiori e altre minori al largo del Marocco note per il clima mite anche nel nostro inverno, nel quarto trimestre 2020 ha accusato una discesa su base annua del 6,2%, a quota 1.280 euro al mq.

Per comprendere l’andamento del mercato delle Canarie, da Tenerife a Fuerteventura, passando per Gran Canaria, Lanzarote, La Palma, La Gomera ed El Hierro, occorre inserirlo nel contesto del Paese, che nel 2020 ha visto una diminuzione complessiva delle transazioni immobiliari del 17,7%. 

Locazioni in crisi

Le Canarie, così come l’area di Valencia e le Baleari, sono territori a fortissima vocazione turistica. È dunque importante osservare che la caduta del turismo nel 2020 è stata pari al -71,2% nelle Canarie, al -87,4% alle Baleari, al -73,27% nella Comunidad Valenciana, fino al -80% anche in Catalogna. Secondo gli operatori, questo si riflette, oltre che sul prezzo di compravendita, sugli affitti: dato che circa il 30% del mercato immobiliare delle Canarie si muove sulla base di compratori stranieri e che il loro peso nel mercato degli affitti è ancora più alto, i canoni di locazione vedranno una discesa di almeno il 10% nella prossima stagione estiva.

leggi tutto l’articolo > ilsole24ore.com

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui