Nessun cambiamento nei livelli di allerta sanitaria alle Canarie

0

Nessun cambiamento nei livelli di allerta sanitaria alle Canarie. Gran Canaria rimane al livello 2, con rischio medio, e il resto delle isole al livello 1, rischio basso. Sale leggermente il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva, con una percentuale di occupazione che continua in tutte le isole a Circolazione Controllata, il livello di rischio più basso

Il Ministero della Salute ha aggiornato oggi i livelli di allerta sanitaria a seguito della relazione epidemiologica della Direzione Generale della Sanità Pubblica, effettuata secondo i nuovi criteri della Strategia di Sorveglianza e Controllo per COVID-19 dopo la fase acuta della pandemia, sulla base negli indicatori di fruizione dei servizi di assistenza.

Secondo questo rapporto, tutte le isole rimangono allo stesso livello di allerta in cui erano: Gran Canaria rimane al livello 2 o rischio medio e il resto delle isole al livello 1.

Gli indicatori della fruizione dei servizi sanitari, riferiti all’occupazione dei posti letto, sono fondamentalmente quelli che segnano la gravità causata dal COVID-19, e quelli che vengono presi in considerazione per determinare il livello di rischio per la salute. In questo modo vengono stabiliti cinque livelli di allerta (da 0 a 4) che valutano se la situazione è Traffico Controllato, che sarebbe il rischio più basso, oppure basso, medio, alto o molto alto.

Andamento stabile nell’occupazione dei posti letto in terapia intensiva

Il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva è leggermente aumentato rispetto alla valutazione precedente e la percentuale di occupazione si è attestata al 3 per cento, circolazione controllata nella Comunità Autonoma nel suo insieme e su tutte le isole.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui