Orazio Lezi, i sapori dell’autentica Cucina Italiana

0
orazio-lezi-1

orazio-lezi-1“L’appellativo di chef, vocabolo francese usato per indicare il capo o comandante, è in italiano una figura professionale della ristorazione responsabile della cucina.

 

Cuoco incaricato della creazione del menu, delle ricette e dell’intero processo della loro realizzazione, sceglie e forma il personale necessario a costituire una valida squadra che lo supporti.

Gli chef sono solitamente addestrati tramite un sistema di apprendistato, nel quale dall’inizio della loro carriera compiono numerose mansioni, tutte finalizzate alla preparazione di alimenti, fino a quando finalmente non hanno guadagnato l’esperienza necessaria per diventare uno chef”.

{loadposition adsense-riquadro-articoli-piccolo}

Orazio Lezi è fatto di questa pasta è un autodidatta di successo che ha saputo costruirsi un’immagine vincente in virtù della sua cucina quasi tutta incentrata sulla tradizione.

Lezi Orazio nasce a Perugia, dove la gente ha ereditato il piacere della creazione culinaria. All’età di diciassette anni si trasferisce a Rimini per lavorare come cameriere in vari luoghi fino ad arrivare a imparare i segreti della professione di ristoratore.

Conosciuto per il suo perfezionismo e l’eleganza nella preparazione dei piatti, il suo nome inizia a suonare nel mondo dell’alta cucina e la sua carriera é segnata da un desiderio di superarsi. Orazio vive a Tenerife dal 1989, dove ha conquistato e la fiducia dei suoi clienti con i suoi sapori autentici.

Nel 2008 ha ottenuto il “Premio di Gastronomia per la miglior cucina straniera delle Isole Canarie”. I piatti che l’hanno fatto vincere, hanno tutti il profumo delle terre d’Umbria.

Qualità e gusto che combinano tradizione e originalità scalzando i cliché di sempre “italiani solo pasta e pizza!” La pasta è sicuramente uno degli alimenti che più ci contraddistingue nel mondo e anche se oggi come la pizza sono piatti che si possono mangiare ovunque, quando sono preparati da un italiano la differenza si sente.

Se poi la pasta è fresca come quella di Orazio Lezi, allora il sapore e l’odore, sono davvero inconfondibili. La sua cucina italiana è ricca di mille sfaccettature e di semplicità, di prodotti genuini che sono un piacere per i cinque sensi. L’accostamento di colori che compongono i piatti l’hanno portato a voler reinventare con gusto e armonia una cucina che con fantasia fa conoscere sapori nuovi anche ai palati più esigenti dall’antipasto al dolce.

Orazio Lezi è autore di “Calderos negros”, una raccolta della sua esperienza di lavoro, della sua arte di fare della cucina un capolavoro. Leggendo il libro di Orazio ci si sente immersi in profumi e colori tipici della cucina italiana. I piatti che Orazio racconta con sapiente maestria, sono semplici e allo stesso tempo ricchi di quella tradizione genuina della sua terra.

Possiamo visualizzare perfettamente tutto quello che ci racconta e vederci immersi insieme con lui in quella realtà così viva e familiare che l’ha portato a essere e a credere nel sogno di diventare un grande cuoco.

Personalità poliedrica ha saputo reinventarsi, anche in questo periodo di crisi, volendo tramandare il piacere per il buon cibo, attraverso corsi di cucina per tutti o cucinando insieme con altri chef, in un programma televisivo trasmesso dalla televisione canaria che ci accompagna in un viaggio tra sapori genuini e le bellezze dell’arcipelago e ci fa sognare di essere “chef” almeno nella nostra cucina.

testo Dott.ssa Sara Goi

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui