PAGARE L’IGIC DOPO AVER INCASSATO LE FATTURE.

0
logo-vivitenerife

logo-vivitenerifeLiberi professionisti, piccole e medie imprese potranno pagare l’IGIC dopo aver incassato le fatture.

 

Come già annunciato lo scorso giugno al Parlamento delle Canarie dal Consigliere per le Politiche Economiche del Governo Canario, i contribuenti che non superano 2 milioni di Euro all’anno di fatturato potranno optare, se lo vorranno, per le nuove misure, che entreranno in vigore dal prossimo 1. gennaio.

{loadposition adsense-riquadro-articoli-piccolo}L’Organo Esecutivo del Parlamento delle Canarie ha approvato a fine dicembre la modifica al regolamento sulla gestione dell’IGIC (Impuesto General Indirecto Canario), per consentire alle imprese e ai liberi professionisti di pagare la tassa solo dopo aver incassato le fatture.

Il nuovo sistema, secondo il portavoce del Governo Canario, Martín Marrero, non sarà obbligatorio, ma a carattere volontario. I contribuenti potranno scegliere se continuare a pagare l’IGIC ad emissione fattura o, diversamente, dopo aver riscosso il relativo pagamento.

Una volta entrata in vigore la modifica, tutti i soggetti, il cui volume di operazioni non superi i 2 Milioni di Euro, potranno posticipare, in forma totale o parziale, il pagamento dell’IGIC generato nelle operazioni commerciali emesse al momento dell’incasso.

Secondo il portavoce del Governo Canario, la data limite per il pagamento sarà il 31 dicembre dell’anno successivo a quello di emissione delle fatture.

Lo scorso giugno, quando venne annunciata per la prima volta l’intenzione di applicare questa nuova misura, il presidente dei liberi professionisti canari, Juan Carlos Arricivita, si espresse a favore di tale decisione, considerandola nei dettagli una misura giusta, anche se forse arrivata tardi.

In ogni caso, questa decisione, che si prevede faciliti la liquidità delle imprese, non dovrebbe comportare grossi cambiamenti per la Tesoreria della Comunità Autonoma delle Canarie, trattandosi in definitiva di una riscossione posticipata.

F.P.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui