Il Parco Nazionale del Teide analizza in dettaglio gli effetti dell’assenza di turisti

0

Il Parco Nazionale del Teide analizza in dettaglio gli effetti dell’assenza di turisti

L’equipe di gestione del Parque Nacional del Teide, che fa capo all’Área de Medio Natural y Seguridad, diretta dall’Assessore Isabel García, sta effettuando un sondaggio, in coincidenza dell’isolamento derivato dalla pandemia del Covid-19 e dell’assenza di visitatori nel territorio dell’area naturale, incaricato dall’Organismo autonomo dei Parchi per valutare, in termini qualitativi, l’impatto umano che si produce su questi territori.

“Al Parque Nacional del Teide arrivano ogni anno oltre 4 milioni di visitatori, una cifra altissima, e con la quarantena del Covid-19, da un giorno all’altro si è passati alla cifra 0. Non possiamo non sfruttare questa situazione per analizzare qualsiasi cambiamento possa subentrare, anche solo per documentare con le immagini l’assenza di visitatori, circostanza inedita”, ha detto l’Assessore Isabel García. In questo modo, tra le altre cose, in via eccezionale e a solo scopo scientifico, un drone sorvolerà il Parque Nacional ogni volta che potrà ottenere immagini in totale assenza di esseri umani, a causa del divieto di circolare e rimanere nel Parque durante la quarantena.

In materia di osservazione della natura, l’Organismo Autónomo de Parque Nacionales svolge un importante lavoro attraverso la gestione di oltre 95.000 ettari di alto valore naturale di cui è responsabile, e di interventi a favore delle specie minacciate, completando questi interventi con un ruolo rilevante in materia di educazione ambientale, con risultati importanti raggiunti con il Centro Nacional de Educación Ambiental (CENEAM).

Si ringrazia per le foto Basso Lanzone – GetHoliday

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

9 + 1 =