Pavia – Il 17 marzo nella città lombarda andrà in scena un derby tutto italiano di pugilato

0
pugilato-pavia

pugilato-paviaPer la cintura mondiale Silver Wbc dei pesi massimi leggeri. 
Il vincitore sfiderà poi, il polacco Krzysztof Wlodarczyk, per il titolo assoluto della categoria.

 

GRANDE SUCCESSO PER LA PRESENTAZIONE DELLA SFIDA TRA FRAGOMENI E BRANCO

La conferenza stampa di presentazione della sfida tra Giacobbe Fragomeni e Silvio Branco, prevista per il 17 marzo al PalaRavizza di Pavia, ha avuto il successo che era prevedibile.

All’Hotel Riz di San Genesio ed Uniti (a dieci minuti di macchina da Pavia), erano presenti una ventina di giornalisti, fotografi e cameraman delle principali testate e reti televisive nazionali.

Al tavolo dei relatori, oltre ai due pugili, il presidente della OPI 2000 Salvatore Cherchi, il manager Christian Cherchi, il presidente dell’A.P. Pavia Avv. Maurizio Niutta, l’assessore allo Sport del Comune di Pavia Antonio Bobbio Pallavicini e il peso welter Anotnio Moscatiello.

L’assessore Bobbio Pallavicini ha sottolineato l’impegno dell’amministrazione comunale verso lo sport: “La sfida Fragomeni-Branco è una ulteriore prova della nostra volontà di offrire al pubblico pavese eventi sportivi di altissimo livello. Sono sicuro che questi due fuoriclasse daranno vita ad un grande spettacolo che aiuterà a rendere ancora più popolare la boxe in Italia”.

Sulla stessa linea Maurizio Niutta: “Conosciamo bene Giacobbe Fragomeni, ha combattuto a San Genesio riempiendo il palasport e facendo impazzire i presenti. Ricordo la fila all’ingresso in occasione del match contro Vincenzo Rossitto, valido per il titolo dell’Unione Europea.

Molti non sono riusciti ad entrare. Al PalaRavizza di Pavia questo problema non ci sarà: le tribune possono ospitare 4mila persone e aggiungeremo 500 sedie a bordoring. Ci aspettiamo il tutto esaurito”.

Anche Salvatore Cherchi si aspetta una grande risposta dal pubblico, ma non solo da quello pavese: “Sono sicuro che molti tifosi di Giacobbe verranno da Milano (è a soli 20 minuti di macchina), che da Civitavecchia partiranno dei pullman pieni di sostenitori di Silvio. Sarà un evento che coinvolgerà tutta Italia.

Credo che sentiremo cori per entrambi i pugili. Questo equilibrio sarà presente anche nel corso del match, i giudici faranno fatica a scegliere il vincitore.”

Silvio Branco ha voluto sottolineare la qualità dell’avversario: “Ci sfidiamo perché siamo al vertice della classifica mondiale del World Boxing Council.

Questo dice tutto sulla qualità nostra e del pugilato italiano in generale. Bisogna sottolineare questo aspetto, troppe volte si esaltano i pugili stranieri e si scrive che i pugili italiani sono mediocri”.

Opinione condivisa da Giacobbe Fragomeni: “Silvio è un grande campione. Entrambi abbiamo superato i 40 anni, ma siamo ancora al vertice. Intendo continuare per almeno tre anni”.

http://www.opi2000.com/index.php/category/slide-home/

Nella stessa reunion sono in programma altre 3 sfide, tra cui quella per il campionato dell’Unione europea dei pesi leggeri fra Luca Giacon e il polacco Krzysztof Szot.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui