Quasi tutti i voli in partenza dalla Russia non sono più disponibili

0

Quasi tutti i voli in partenza dalla Russia non sono più disponibili

Quasi tutti i voli in partenza dalla Russia sono andati esauriti in poche ore dopo che il presidente russo, Vladimir Putin, ha dichiarato una mobilitazione parziale dei riservisti. Lo riporta il Guardian, aggiungendo che i dati di Google Trends, hanno mostrato un picco nelle ricerche di Aviasales, il sito web russo più popolare per l’acquisto di voli.

Anche alcune rotte con scali, tra cui da Mosca a Tbilisi, non sono più disponibili. I voli più economici da Mosca a Dubai sono disponibili al costo di oltre 300.000 rubli (poco meno di 5 mila euro), circa cinque volte lo stipendio medio mensile.

I voli da Mosca verso le capitali di Georgia, Turchia e Armenia, tutte destinazioni che consentono ai russi di entrare senza visto, sono andati esauriti in pochi minuti dall’annuncio di Putin, secondo i dati di Aviasales. Nel giro di poche ore, anche i voli diretti da Mosca all’Azerbaigian, al Kazakistan, all’Uzbekistan e al Kirghizistan non sono più visualizzabili sul sito web.

Con l’Europa off-limits sia per la compagine europee che russe, come del resto Stati Uniti, Canada, Corea del Sud e Giappone, i tanti vettori russi (su tutti Aeroflot, S7, UtAir e Ural Airlines) hanno incrementano il network interno e cercato di sbarcare in Paesi che non hanno attuato le sanzioni.

La compagnia straniera che dai giorni successivi l’invasione militare russa in Ucraina ha decisamente incrementato l’operatività è stata la Turkish Airlines che con i suoi grandi Boeing 777 ed Airbus hanno portato i russi i vacanza da Istanbul ad Antalya senza tralasciare le località della Costa Turchese (Izmir e Dalaman).

La grande fuga da Mosca -agi.it

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui