Le “Regine” tra le piante. Le Boungaville

0
bouganvila-tmb

bouganvila-tmbLe “Regine” tra le piante. Le Boungaville. Descrivere Tenerife e le sue mille sfaccettature non è facile essendo una isola “continente” con migliaia e migliaia di fiori e piante autoctone e non.

Ma sicuramente la nostra isola non sarebbe così magica senza le meravigliose Boungaville che adornano ogni angolo e molte case di questa affascinante terra.

{loadposition adsense-riquadro-articoli-piccolo}Girando per l’isola non si può non rimanere incantati ed affascinati da queste meraviglie della natura che, con i coloro colori, colpiscono la nostra vista in un arcobaleno continuo da nord a sud, dalla città più grande fino al paesino più sperduto.

Forse tutti non sanno che questa pianta fu scoperta per la prima volta nel 1768 in Brasile dal botanico francese Philibert Commerson in uno dei suoi tanti viaggi e più tardi così nominata in onore di Louis Antoine de Bougainville, l’esploratore francese che era a capo di quella spedizione.

La Bougainvillea è un genere di pianta della famiglia delle Nyctaginaceae, originarie delle zone tropicali e subtropicali dell’America Meridionale, ne esistono ben 18 specie diverse, in special modo in Brasile, ma che con il passare degli anni, piano piano, sono diventate parte dei nostri giardini sia qui a Tenerife sia nel resto del mondo, Italia compresa, ma in generale di tutte quelle zone baciate da climi miti.

Comprende specie arbustive sarmentose, spinose sempreverdi a grande sviluppo (8–10m) con foglie ovate quasi persistenti di colore verde lucente.

L’interesse come piante ornamentali è dato da grappoli di piccoli fiori tubolosi bianchi o giallognoli riuniti a gruppi di tre in un involucro di tre brattee vistosamente colorate di bianco, giallo, arancio, rosa, rosso o viola, che fioriscono per molti mesi l’anno, da giugno fino alla fine dell’autunno ma qui alle Canarie grazie alla “eterna primavera” le possiamo vedere per tutto l’anno super cariche di fiori.

Forse sarà l’abbondanza proprio dei suoi fiori, si parla negli esemplari più grandi di migliaia di fiori ogni anno, o della varietà di colori che si possono trovare, che spaziano dal più frequente viola-fucsia accesso fino al rosso, bianco, arancione per finire alcune volte a fiori di un color rosa pallido, ma questa pianta sicuramente può essere definita come una e vera propria icona della nostra zona. I

rami si arrampicano dovunque, si intrecciano, e le spine pungono… lo sappiamo bene tutti, ma i suoi fiori nella loro bellezza, alla fine sprigionano una piacevole dolcezza.

Diego Lorenzoni

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui