Sanidad stabilisce un protocollo per introdurre alle Canarie il trattamento PrEP per prevenire l’HIV

0

Sanidad stabilisce un protocollo per introdurre alle Canarie il trattamento PrEP per prevenire l’HIV

Questo programma si rivolge a persone adulte sieronegative ad altro rischio di infezione da HIV, con l’obiettivo di diminuire nuove infezioni. Questo documento definisce il circuito assistenziale per l’accesso alle profilassi pre-esposizione all’HIV. La PrEP è una strategia di prevenzione combinata contro l’HIV, basata nell’assunzione profilattica della combinazione di due farmaci antiretrovirali, accompagnata da un processo di diagnosi, di corretta assunzione e di prevenzione contro altre infezioni a trasmissione sessuale, che non devono in nessun caso sostituire l’utilizzo del preservativo.

Questa strategia, finanziata dal Sistema Nacional de Salud, si rivolge a persone ad alto rischio di contrarre l’infezione HIV. Questo programma è rivolto a persone adulte sieronegative ad alto rischio di infezione da HIV, con l’obiettivo di diminuire le possibilità di nuove infezioni, e contemporaneamente di promuovere una diagnosi precoce dell’HIV e di altre infezioni a trasmissione sessuale, evitando l’apparizione di resistenza agli antiretrovirali o complicazioni cliniche indesiderate nella popolazione che usufruisce della PrEP, attraverso visite e controlli medici.

Il Protocollo PrEP-HIV del Servicio Canario de Salud prevede la realizzazione di test per il rilevamento dell’HIV, il rilevamento di altre infezioni a trasmissione sessuale e il sostegno all’adesione, come anche il trattamento di tutte le persone risultate positive ai testi HIV, realizzati prima di cominciare la PrEP, o che abbiano un risultato positivo nei testi di rilevamento dell’HIV per la prima volta da quando stanno ricevendo la PrEP. Questo protocollo è stato progettato pensando anzitutto ai diritti umani ed focalizzato sulla persona, dando priorità a questioni relative all’uguaglianza di genere e ai diritti relativi alla conservazione della salute, e alla garanzia della sicurezza clinico-assistenziale degli utenti.

La PrEp non protegge da altre infezioni a trasmissione sessuale: è importante ricordare che il trattamento PrEP non protegge da altre infezioni a trasmissione sessuale, ogni volta più frequenti nella popolazione. È per questo che la PrEp non deve sostituire né tantomeno competere con interventi per la prevenzione dell’infezione da HIV, che sono effettivi come i programmi integrali di fornitura dei preservativi per i lavoratori del sesso e per gli uomini che hanno relazioni sessuali con altri uomini, come i programmi per la riduzione dei danni provocati da droghe iniettabili.

Gobierno de Canarias

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui