Sicurezza, nuovo decreto per le zone balneari delle Canarie

0

Sicurezza nelle spiagge: nuovo decreto per le zone balneari delle Canarie

La norma contempla un termine da 1 a 4 anni affinché i Comuni, che sono le amministrazioni competenti in materia, adottino le misure di applicazione obbligatoria, come confermato in un comunicato. Il nuovo decreto per la sicurezza nelle spiagge ed aree balneari, recentemente approvato dal Governo delle Canarie, entra in vigore dopo la pubblicazione nel Bollettino Ufficiale delle Canarie, come confermato dall’Assessorato alle Politiche Territoriali.

La nuova normativa concede un termine di un anno agli enti per redigere i piani di sicurezza e salvamento di cui dovranno essere munite tutte quelle spiagge che, secondo i criteri stabiliti dallo stesso decreto, dovranno garantire un grado di sicurezza medio o alto, a seconda del livello di pericolosità. Il decreto classifica le spiagge come libere, pericolose o di accesso proibito. Nelle spiagge pericolose o libere si determina il grado di protezione anche in base al periodo di afflusso turistico, che potrà essere basso, moderato o alto. Se alto o moderato, la spiaggia dovrà essere munita del Piano di Sicurezza e Salvamento elaborato dal Comune.

Questo documento consentirà di conoscere i diversi tipi di spiaggia e altre zone di balneazione marittima secondo la loro classificazione, le caratteristiche fisiche, i gradi di assistenza in ogni stagione, ed eventualmente, i dettagli relativi alla sicurezza rilevanti, qualora si renda necessario un intervento rapido ed efficace, nei casi di emergenze ordinarie e di Protezione Civile. Solo alle Baleari esiste una normativa con caratteristiche simili.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui