Il sidro di Tenerife sale sul podio della qualità

0

Il sidro di Tenerife sale sul podio della qualità. Qualcuno è riuscito in un’impresa che sembrava impossibile, utilizzando parte del raccolto per produrre sidro, ed in soli tre anni questo stesso sidro ha raggiunto il podio della miglior qualità europea. Il Centro de Conservación de la Biodiversidad Agrícola de Tenerife (Ccbat) ha studiato ed avviato la conservazione dei cloni delle mele esistenti sull’isola e che corrispondono alle varietà che si sono consolidate negli anni. Il melo, come il resto degli alberi di specie coltivate, si è stabilito nel territorio durante il processo di colonizzazione.

La varietà renetta che si coltiva oggi a Tenerife è particolarmente rara. L’arrivo di altre varietà più commerciali (Fuji, Kanzi, Golden Delicious, Starking, Granny Smith), con le quali il mercato si è consolidato, l’hanno relegata in un angolo, senza che però ne venisse mai abbandonata la produzione. Il mercato locale ha confermato in più occasioni di preferirla ad altre. Quando arriva la renetta non c’è rivale che tenga. La qualità della renetta di Tenerife è ugualmente apprezzata anche nelle altre isole.

Da vari anni capita di osservare l’interesse che questa varietà suscita tra i consumatori di Gran Canaria, dove alcuni commercianti si spostano appositamente nella regione di produzione per acquistare direttamente la frutta. La produzione di mele alle Canarie è piuttosto scarsa. Mercatenerife distribuisce annualmente circa 8 mila tonnellate di questo frutto, di cui circa lo 0,19% del totale sono di produzione locale.

Tenerife continua ad investire sulla renetta. Per farlo, conta con il sostegno di un’entità che ha mostrato dal primo momento interesse per questa varietà. Oltre il 70% della superficie dedicata alla mela che esiste a Tenerife (circa 200 ettari) si concentra nella zona settentrionale, a cui facciamo riferimento. Il progetto di sperimentazione di una produzione differenziata di sidro, progetto che alcuni hanno considerato rischioso, si è convertito in vero successo e oggi sono in molti quelli che s’interessano per la coltivazione, prendendo in considerazione sia la vendita della frutta che l’elaborazione del sidro.

Le zone del nord di Tenerife ospitano un territorio adatto per la coltivazione, cosa che dà speranza di poter contare presto con interventi che consentano di recuperare terreni abbandonati.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui