Situazione dopo un mese di terremoti e eruzioni a La Palma. Quasi 35.000 terremoti. 176 scosse tra sabato e domenica

0

Situazione dopo un mese di terremoti e eruzioni a La Palma. Quasi 35.000 terremoti. 176 scosse tra sabato e domenica

La Rete Sismica delle Isole Canarie ha registrato nell’ultimo mese a La Palma quasi 35.000 terremoti, di cui solo 2.984 sono stati localizzati. Come riportato dall’Istituto Vulcanologico delle Isole Canarie (Invocan) attraverso il suo account Twitter, durante questo mese, cioè dallo scorso 10 settembre e fino a questa domenica 10 ottobre, il terremoto di maggiore magnitudo registrato a La Palma è stato di 4.2. Una cifra già superata dal terremoto di magnitudo 4,3 rilevato alle 22:46 di questa domenica a 39 chilometri dalla superficie di Villa de Mazo.

Un terremoto di magnitudo 4.3 ha scosso l’isola di La Palma la scorsa notte alle 22:46, con epicentro nel comune di Villa de Mazo, a 39 chilometri di profondità, secondo il Instituto Geográfico Nacional (IGN) nella sua pagina web. Il terremoto è stato avvertito in diversi comuni della Palma. L’IGN assegna un’intensità di III-IV (tra “debole” e “ampiamente osservato”), su una scala con un massimo di XII e in cui, al di sotto di V, si considera che il movimento non abbia generato alcun danno.

Dopo quel terremoto, durante tutta la notte di questa domenica, sono state registrate altre 40 scosse sismiche, sino alle prime ore del mattino di oggi, lunedì. Con epicentri nei comuni di Villa de Mazo e Fuencaliente e focolai con profondità media o alta, l’ipocentro della scossa meno profonda si trovava a 10 chilometri di profondità), (n.d.r. Ipocentro è il punto all’interno della Terra dove comincia a propagarsi la frattura che genera un terremoto). Per quanto riguarda la magnitudo, otto sono stati registrati con valori compresi tra 3.1 e 3.3, tutti con epicentro a Fuencaliente e con profondità comprese tra gli 11 e i 36 chilometri. Solo uno di questi terremoti è stato avvertito, quello registrato alle ore 07.26, con magnitudo 3.3 e a 13 chilometri di profondità.

E’ stato vietato l’accesso alla popolazione per Tazacorte nelle zone evacuate dall’eruzione. L’accesso da sud sarà consentito solo ai residenti evacuati con proprietà, al di fuori del perimetro di sicurezza. Il Cabildo de La Palma ha comunicato, questo lunedì, che l’accesso alle aree evacuate non è consentito attraverso il comune di Tazacorte, mentre si continua a esaminare l’evoluzione dell’eruzione vulcanica a nord del monte di Todoque L’autorità specifica che l’accesso da sud è consentito ai residenti evacuati con proprietà al di fuori del perimetro di sicurezza per raccogliere vestiti e oggetti, l’accesso è controllato e i residenti verranno accompagnati da personale di sicurezza, previo coordinamento con il Consiglio comunale corrispondente.

Viene indicato inoltre che gli agricoltori potranno accedere anche da sud per raccogliere la frutta e annaffiare. Le misure di sicurezza potrebbero subire variazioni in base alle condizioni meteorologiche e all’evoluzione del processo eruttivo.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui