Smantellato a Tenerife il primo laboratorio illegale di stampa 3D di armi in Spagna

0

Smantellato a Tenerife il primo laboratorio illegale di stampa 3D di armi in Spagna

Quando gli agenti sono entrati in uno dei locali sorvegliati, hanno potuto vedere che una delle stampanti 3D era operativa e in pieno funzionamento. Stava stampando e quasi conclusa, la stampa di un telaio di arma corta.

Una persona è stata arrestata per la sua presunta partecipazione a reati di possesso illegale di armi e deposito di esplosivi. Gli agenti hanno anche individuato due taser, cinque coltelli, un machete, una katana e vari oggetti con simboli suprematisti (due bandiere che rappresentano un trisquel e una fondina per pistola con l’emblema dell’Esercito nazionalsocialista tedesco).

Inoltre, e di particolare importanza per i ricercatori, è stato, il ritrovamento di oltre 30 manuali, tra cui un manuale del terrorismo, guerriglia urbana, militari, esplosivi artigianali, sull’uso e la manipolazione di armi da fuoco e della fabbricazione di armi da fuoco attraverso la stampa 3D .

L’inchiesta è iniziata quando agenti specializzati in materia, hanno rilevato l’esistenza di una persona che, illegalmente, aveva acquistato su Internet parti essenziali di armi da fuoco e sostanze esplosive. Le indagini sono state condotte da Comisaría General de Información, la Brigada Provincial de Información de Tenerife e Vigilancia Aduanera de la Agencia Tributaria. L’operazione, eseguita il 14 settembre, è stata diretta dalla Corte d’Istruzione numero 3 di Santa Cruz de Tenerife, la quale ha mantenuto segreto fino ad oggi il procedimento.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui