SMENTITA DA FONTI UFFICIALI – dopo aver letto il post e le dichiarazioni fatte… Cari pensionati italiani residenti a…

0

SMENTITA DA FONTI UFFICIALI – dopo aver letto il post con le dichiarazioni fatte dal sig. Gianfranco Bernardi, che risulta essere anche uno degli amministratori del gruppo Fuerteventura1 che così allerta e dichiara:>>>>>>> Cari pensionati italiani residenti a Fuerteventura, sembra proprio che i tempi della felice ed economica vita a in questa isola e nelle isole limitrofe sia FINITA,sembra che i due governi,quello spagnolo e quello italiano si stiano mettendo d’accordo per frenare il continuo trasferimento dei pensionati da un paese all’altro.Motivi addotti per il provvedimento sono la continua uscita di fondi in liquido dall’Italia e visto che comunque i pensionati non spendono poi tanto e occupano suolo vacanziero in localita’ turistiche senza alimentare l’attivita’ hotelera,la Spagna si vede costretta finalmente a ridurre comunque le possibilita’ di entrata dei pensionati italiani.Voi cosa ne pensate??? D’altronde e’ sotto gli occhi di tutti che i nostri pensionati fanno una vita ritirata e non contribuiscono molto all’economia,inoltre con tutti gli acciacchi di cui soffrono anche la sanita’ ne risente…….Percio’ godetevi questi ultimi mesi di vita libera che tra un po’ vi faranno tornare a casa.<<<<<<<<<<< Bene, leggendo mi sono allarmata e, visto che non ne ero al corrente, mi sono informata alla fonte, cioè attraverso patronato INPS, chiedendo delucidazioni in merito a queste strane affermazioni. Considerando che molte delle persone che leggono attraverso i gruppi di Facebook o sul giornale, sono in età di pensione, mi sembrava corretto dare delle info esatte. Questa la risposta da Barcellona: SMENTISCI PURE QUESTE DICHIARAZIONI, ANZI SPECIFICA BENE CHE NON VI E’ ALCUN PATTO TRA I DUE GOVERNI -SPAGNA/ITALIA-… Mi chiedo a quale scopo tutto questo… perchè allarmare? Antonina Giacobbe by Periodico Vivi Tenerife

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui