Tenerife. Italiani gli organizzatori di una festa illegale in un’azienda agricola con più di trenta persone

0

Tenerife. Italiani gli organizzatori di una festa illegale in un’azienda agricola con più di trenta persone

Agenti della Guardia Civile di Guía de Isora in collaborazione con la Polizia Locale di Santiago del Teide, sono intervenuti in una festa illegale all’interno di un’azienda agricola nel comune di Santiago del Teide.

L’azione degli Agenti è avvenuta nei giorni scorsi allertati dalle chiamate dei residenti. Gli agenti della Polizia Locale di Santiago del Teide che si sono presentati sul luogo hanno potuto constatare che era in corso una azione illegale. Gli stessi sono stati attaccati al loro arrivo da parte delle persone che stavano festeggiando con oggetti e rifiutando anche di essere identificati.

Come rinforzo della pattuglia della Polizia Locale e per procedere a bloccare la festa illegale, è stato essenziale l’intervento sul luogo di tre pattuglie in servizio, composte da agenti della Guardia Civile specificatamente dal Posto Principale di Guía de Isora e Playa de Las Américas, che hanno proceduto all’arresto di quattro persone, una come presunto autore di un crimine di aggressione e resistenza agli agenti e altre tre persone come presunti autori di un delitto di disobbedienza.

I partecipanti alla festa illegale, una trentina di persone in maschera, erano dotati anche di strumenti musicali e di un impianto audio. Nessuno di essi in quel momento indossava la mascherina, tanto meno rispettavano l’allontanamento sociale.

Gli organizzatori della festa sono di origine italiana, residenti sull’isola di Tenerife e sono stati segnalati per questi eventi all’autorità sanitaria competente, in questo caso la Direzione Generale della Sanità Pubblica del Servizio Sanitario delle Isole Canarie, per mancato rispetto della prevenzione e contenimento contro COVID-19 nella Comunità Autonoma delle Isole Canarie.

I detenuti e il procedimento sono stati messi a disposizione della magistratura presso la Corte Investigativa della Guardia di Arona.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui