Tenerife. L’ospedale HUC realizza il primo intervento alle Canarie di chirurgia robotica su un cancro alla vescica

0

Tenerife. L’ospedale HUC realizza il primo intervento alle Canarie di chirurgia robotica su un cancro alla vescica

Gli urologi del Complejo Hospitalario Universitario de Canarias (HUC) che risponde all’Assessorato alla Salute del Governo delle Canarie, hanno realizzato la prima estrazione completa della vescica (cistectomia radicale) di un paziente malato di cancro mediante la chirurgia robotica, senza necessità di effettuare un intervento ad organo aperto, grazie all’utilizzo del robot Da Vinci.

Il paziente, un uomo di 70 anni, è stato operato con questa tecnica lo scorso mese, con evoluzione favorevole. È il primo intervento di questo tipo realizzato alle Canarie. Si tratta di un intervento complesso che abitualmente prevede l’estrazione della vescica con i gangli relativi e la derivazione dei due ureteri per poter urinare. Questa derivazione viene eseguita solitamente attraverso un pezzo dell’intestino verso una sacca posizionata fuori dal corpo, oppure si costruisce una vescica nuova, usando un segmento dell’intestino, l’ileo, per cui diventava necessario aprire il paziente.

I vantaggi dell’intervento con il robot chirurgico Da Vinci consentono di realizzare incisioni e cicatrici più piccole, provocando quindi meno dolore e al tempo stesso più comfort per il paziente. Inoltre è necessaria una minor quantità di anestesia e le perdite di sangue sono minori.

Il tempo di recupero e post-operatorio si riduce, con ricoveri ospedalieri più brevi. In questo caso il paziente è rimasto ricoverato una settimana rispetto alle quattro settimane previste per gli interventi convenzionali. Bisogna poi aggiungere che gli interventi con il robot da Vinci consentono al paziente di preservare le funzioni sessuali. Le persone che possono beneficiare di questa nuova opzione sono pazienti affetti da cancro alla vescica, a cui è necessario asportare la vescica. L’HUC realizza interventi di chirurgia robotica negli ambiti di urologia, ginecologia e chirurgia generale e digestiva.

Il robot Da Vinci è un assistente robot munito di quattro bracci che trasmette i movimenti che realizzano i chirurghi attraverso la consolle, che contiene anche una visualizzazione 3D dell’organo interno del paziente. Il chirurgo controlla i bracci robotici, a cui vengono fissate determinate strumentazioni che consentono una capacità di giro di 360 gradi, cosa impossibile per la mano dell’uomo.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

− 2 = 2