Tenerife. Monje sono tra i nove vigneti vulcanici più rappresentativi al mondo

0

Tenerife. Secondo il National Geographic le Bodegas Monje sono tra i nove vigneti vulcanici più rappresentativi al mondo La rivista americana ha pubblicato un reportage con una rassegna delle aziende vitivinicole d’Italia, Grecia, Hawai, Francia, Portogallo, Ungheria e Spagna.

La prestigiosa rivista National Geographic (NG) ha pubblicato nell’ultima edizione un interessante articolo sulle vigne vulcaniche, in cui si parla in modo approfondito delle Bodegas Monje di El Sauzal (Tenerife), assieme ad altre referenze internazionali come Somló (Ungheria), Ilha do Pico (Azzorre), Santo (Santorini), Gambino Vini (Sicilia), Volcano Village Winery (Hawaii); Chateu Bel Esprit (Francia), Venetsanos (Santorini) e Hoyos de Bandama (Gran Canaria).

Dalle brillanti isole greche fino alle Isole Canarie, bagnate dal sole in Spagna, le pendici vulcaniche fan sì che le escursioni nelle cantine siano semplicemente spettacolari.

Queste le parole del NG nell’apertura del reportage, per invitare ad una visita quasi virtuale su ognuno dei territori e cantine citate. Parlando della cantina di Tenerife, NG precisa che è stata costruita nel 1956, e che Bodegas Monje continua a far invecchiare il vino rosso nelle botti originali in rovere di 60 anni fa. Si possono fare degustazioni private nel moderno salone, dove gli ospiti possono degustare etichette che includono il Tinto Monje, Tradicional e Tintilla.

Il reportage su Bodegas Monje si conclude spiegando che le spiagge Canarie, con il clima soleggiato e le meraviglie naturali, attraggono turisti da tutto il mondo.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

− 1 = 2