Tenerife. Ricerca farmacologica: una società situata nella INtech Tenerife ha già registrato 5 brevetti

0

Tenerife. Ricerca farmacologica: una società situata nella INtech Tenerife ha già registrato 5 brevetti

Una società produttrice di farmaci, con sede nella INtech Tenerife, centro che dipende dall’Área de Carreteras, Innovación y Movilidad del Cabildo de Tenerife, diretto dall’Assessore Enrique Arriaga, ha accumulato dal 2011 cinque brevetti relativi al tumore alla mammella triplo negativo e allo sviluppo di medicinali per la tempesta di citochine prodotte dal COVID 19. Si tratta del Centro Atlántico del Medicamento SA (CEAMED), che si è trasferito presso la INtech Tenerife nel 2011.

L’Assessore ha confermato che la Intech Tenerife si consolida come un centro di ricerca e sviluppo il cui livello non ha nulla da invidiare ad altre istituzioni nazionali del settore, e prova ne sono le certificazioni e i brevetti che le società installate sviluppano e realizzano. Non si tratta solo di applicazioni e proposte senza riscontro, ma queste ricerche sono perfettamente applicabili e commercializzabili: in questo modo generano offerta e creano domanda.

Il Presidente e cattedratico di Fisiologia Umana, Nicolás Díaz Chico, ha spiegato che l’obiettivo della CEAMED, creata nel 2007, è quello di produrre farmaci originali per l’industria farmaceutica mondiale, e ha aggiunto che essere all’interno del Parque Científico y Tecnológico di Tenerife ha consentito l’utilizzo di installazioni comuni e l’accesso a continue attività formative che regolarmente vengono realizzate. Da quando è prevista la formazione per una parte dell’INtech Tenerife, il valore delle imprese è aumentato del 250%.

Il Centro Atlántico del Medicamento ha all’attivo diversi lavori riconosciuti, come per esempio farmaci per trattare la leucemia mieloide cronica, su cui hanno già un brevetto a livello mondiale e hanno sintetizzato oltre 1000 composti, di cui molti attivi in differenti ambiti della farmacologia. Díaz Chico ha precisato che l’obiettivo di questa società è diventare un’impresa farmaceutica che contribuisca al trattamento di patologie come tumori o pandemie virali con farmaci provenienti dalle Canarie:

“Abbiamo in mente un aumento del capitale per finanziare progetti e ci piacerebbe che gli investitori canari si convincessero ad investire i fondi RIC in questa impresa”.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

− 2 = 5