Tenerife testimonianza diretta: Basso Lanzone, presente all’entrata dell’hotel (nella zona rossa) come traduttore

0

Tenerife testimonianza diretta: Basso Lanzone, presente all’entrata dell’hotel (nella zona rossa) come traduttore

Abbiamo sentito Basso Lanzone, presente all’entrata dell’hotel (nella zona rossa) come traduttore appartenente all’Associazione delle Guide ufficiali del Governo delle Canarie.

Lanzone ci riferisce che gli ospiti dell’hotel in quarantena sono stabili e sotto rigoroso controllo: non ci sono peggioramenti e tutte le persone all’interno dell’hotel portano la mascherina. Gli Italiani o le persone di altra nazionalità che hanno avuto contatti con i positivi al coronavirus (ora in isolamento nell’ospedale della Candelaria) hanno disposizione di rimanere nelle loro stanze.

Nessuna tra le guide può entrare né uscire dall’hotel e fanno telefonicamente da traduttori agli ospiti. Il personale della struttura può invece entrare e uscire, ma deve lavorare con la mascherina durante tutto il tempo. I controlli sono continui e serissimi, quindi. Si tengono riunioni con tutte le Autorità e vi è un ottimo e continuo coordinamento interno. Gli psicologi sono a disposizione e Lanzone è abilitato a chiamare gli ospiti italiani con un telefono diretto alle stanze, per poter loro spiegare come si devono comportare e soprattutto per tranquillizzarli, ma non registra alcun tipo di problema.
«Forse l’unico che sta sorgendo è riferito alla richiesta di informazioni sui voli di rientro mancati ma sul fronte del virus sono tutti molto tranquilli» ci dice.

Il Governo delle Canarie fa chiare e semplici raccomandazioni: non toccarsi bocca, occhi e naso senza lavarsi le mani, che vanno lavate spesso, anche con soluzione idroalcolica. Per il resto il coronavirus viene trattato come un’influenza solo molto contagiosa, ma con mortalità molto bassa.

L’hotel è completamente “sigillato” dalla Polizia Nazionale e dalla Polizia Municipale. Il più vicino all’hotel è quello della Polizia Nazionale, mentre la Polizia Municipale fa da “filtro”.


Grazie a Basso Lanzone per queste informazioni e gli auguriamo buon lavoro in un momento in cui la mediazione linguistica è fondamentale.

 

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui