Tre disoccupati su quattro nel sud di Tenerife hanno solo studi di base

0

Tre disoccupati su quattro nel sud di Tenerife hanno solo studi di base I nove comuni del Sud hanno chiuso il 2018 con un totale di 18.909 disoccupati; il settore dei servizi assorbe la maggior richiesta di lavoro

Tre persone su quattro in cerca di lavoro nei principali comuni turistici del Sud può contare solo su studi di livello elementare, dato questo che evidenzia la bassa qualificazione della maggioranza delle persone iscritte agli uffici per l’impiego della zona; molti di loro sono ex lavoratori del settore edile che la crisi economica – e in particolare lo scoppio della bolla immobiliare – ha inevitabilmente ridotto alla disoccupazione.

In base agli ultimi dati pubblicati dall’Osservatorio Canario per l’Impiego alla fine dell’anno scorso, il 74% delle persone che cercano di ritornare o di entrare per la prima volta nel mercato del lavoro ad Arona, Adeje e Guía de Isora aveva a suo tempo abbandonato gli studi dopo aver completato soltanto la scuola Primaria.

In compenso, le statistiche rivelano che a mano a mano che la formazione aumenta si determina un calo notevole del numero dei disoccupati. In effetti il 20% di coloro che cercano un’opportunità di lavoro ha completato gli studi obbligatori (ESO in Spagna) e solo il 3% dispone di un titolo universitario; è da notare che solo il 2,5% dei disoccupati corrisponde al segmento che ha optato per una formazione professionale.

LE LINGUE

Altro dato significativo per una comunità che vive di turismo è la mancanza di preparazione nelle lingue straniere. Poco più della metà di chi cerca lavoro nel settore alberghiero non conosce altra lingua oltre allo spagnolo quando il dominio dell’inglese è un requisito imprescindibile per lavorare in questo settore.

Da ultimo, le statistiche rilevano che la disoccupazione è per la maggior parte femminile. I tre comuni citati inchiodano i dati: il 55% di coloro che cercano lavoro sono donne, un numero di 10 punti maggiore rispetto agli uomini, con una tendenza che è andata aumentando negli ultimi anni.

I nove comuni del Sud (Arona, Adeje, Granadilla de Abona, Guía de Isora, San Miguel de Abona, Santiago del Teide, Arico, Fasnia y Vilaflor) hanno chiuso il 2018 con un totale di 18.909 persone iscritte ai centri per l’impiego, 136 in meno rispetto all’anno precedente. L’aumento della popolazione si è fatto sentire in comuni come Arona, che raggiunge ormai i 100.000 abitanti, nel quale nonostante il dinamismo economico il numero di disoccupati è aumentato di 136 persone (7.233), così come Santiago del Teide (651, + 81) e Guía de Isora (1.793, + 33).

Al contrario la disoccupazione si è ridotta a Granadilla de Abona (4.252, 159 persone in meno), Adeje (2.849, -93), Arico (558, -73), San Miguel de Abona (1.212, -49), Fasnia (241, -11) e Vilaflor (120, -1)

La redazione

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui