I 5 errori più comuni nell’acquisto di immobili all’estero

0

Molti stranieri provenienti da diverse parti del mondo acquistano sempre più proprietà a Tenerife. Comprare una proprietà al di fuori del tuo paese di origine non è così facile come pensi. Il team di Altamar Tenerife Real Estate, con professionisti con più di 10 anni di esperienza nel mercato immobiliare di Tenerife, ha evidenziato i 5 errori più comuni da evitare nell’acquisto di un immobile:

1. Presupposti diversi per acquistare una casa. Generalmente, tutti vogliono comprare una proprietà sull’isola vicino al mare. Ma bisogna essere consapevoli che il proprio desiderio non sempre è compatibile con la realtà. Se state cercando una casa per vivere stabilmente, i criteri di ricerca sono completamente diversi rispetto al caso in cui si desideri acquistare una proprietà per affittarla ed ottenere una rendita. In questo senso dobbiamo distinguere molto bene tra questi 2 presupposti: Proprietà per viverci. Quando cerchiamo una casa per viverci, tra le priorità ci sono comfort e tranquillità. Non c’è bisogno di vivere in una zona turistica affollata sulla costa, circondati da ristoranti, bar, discoteche, negozi, in un contesto non adatto, a prezzi elevati, con orari diversi rispetto alla vita dei turisti. Proprietà adatte per investimento. Tuttavia, le proprietà sul lungomare sono l’ideale se volete godervi la vostra casa / appartamento 2-3 settimane all’anno, e affittarla ai turisti il resto dell’anno. In questo caso dovete sapere quali appartamenti sono più frequentati dai turisti: le dimensioni medie di un appartamento in queste zone sono di 45-50 mq, possono essere monolocali o appartamenti con 1 o 2 camere da letto.

2. Modalità errata per trovare informazioni. I portali web specializzati nella ricerca di immobili sono quasi sempre eccellenti, ma può succedere che contengano informazioni già scadute o informazioni inserite solamente a scopo pubblicitario. I primi 10 portali segnalati da Google non sono necessariamente i più affidabili. Il potenziale acquirente perde tempo navigando su questi portali e spesso finisce per acquistare ad un valore ancora più alto del prezzo medio di mercato, attratto dalla pubblicità ingannevole.

3. La scelta sbagliata del consulente Un errore comune consiste nel cercare immobili consigliati da persone che non sono professionisti. C’è il rischio di cadere nelle mani di truffatori, che ad esempio ricevono una caparra per un immobile e quindi scompaiono. Ci sono anche molte agenzie immobiliari che non offrono servizi post-vendita. A Tenerife, molte agenzie sono specializzate solo nella vendita di immobili o solo nell’affitto. Solo pochissimi forniscono servizi completi: supporto post-vendita, che, tra le altre cose, include l’amministrazione dell’immobile se hai intenzione di affittarlo. Alcuni acquirenti stanno cercando di acquistare immobili in Spagna, senza intermediari. Il desiderio di risparmiare il 3-5% della transazione, a volte, è così grande che ci si dimentica la sicurezza di base della vendita.

4. Non sapere quali sono le spese da sostenere Quando acquistate una proprietà, oltre al prezzo di vendita, ci sono alcune spese che si aggiungono al prezzo, che di solito sono circa il 10% del valore. È inoltre necessario sapere che soddisfacendo determinati requisiti è possibile avere un mutuo ipotecario presso una banca spagnola. È necessario comprendere chiaramente che, per residenti e non residenti, i termini del prestito e gli importi concessi sul mutuo non sono gli stessi. Inoltre, possono variare di banca in banca. Molti stranieri non hanno le informazioni corrette in merito ai requisiti che le banche richiedono per effettuare transazioni (apertura conto, mutuo, commissione bancaria).

5. Non sapere qual è la documentazione necessaria Come abbiamo detto prima, un acquirente senza una conoscenza specifica potrebbe semplicemente non sapere quale documentazione deve essere presentata per l’acquisto, e quale documentazione deve richiedere al venditore, per acquistare una proprietà senza debiti e ipoteche. Sono molte cose le cose da considerare. Il contratto di acquisto e vendita di un immobile deve essere letto e compreso correttamente, e solo successivamente deve essere firmato. Nella maggior parte dei casi, il contratto stabilisce che la caparra (normalmente il 10% dell’importo totale) non è recuperabile. Se rifiutate la transazione dopo aver versato la caparra, non potrete richiedere indietro l’importo relativo. È necessario tenere conto del fatto che i vostri interessi devono essere chiaramente indicati nel contratto.

Acquistare un immobile di proprietà bancaria, è solitamente più conveniente rispetto alla media del mercato. Tali proprietà possono essere molto redditizie, ma allo stesso tempo può essere un’operazione pericolosa. La banca non sempre ti vende una proprietà che è pulita e priva di debiti. Nella maggior parte dei casi, le banche non pagano i debiti dei precedenti proprietari, ma solo quelli che riguardano il periodo in cui sono proprietarie. Quindi l’acquirente può trovare la seguente situazione: la tassa comunale pagata solamente nel periodo in cui la banca ne è proprietaria, mentre le tasse relative al periodo precedente, non sono mai state pagate. Una situazione di cui si potrebbe venire a conoscenza anche molto tempo dopo l’acquisto.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

+ 21 = 24