Cambiare casa e indirizzo a Tenerife

0
italpunto-tenerife

italpunto-tenerifeCambiare casa e indirizzo a Tenerife 

VV – Non pensavo fosse necessario fare un articolo su questo argomento. C’è molto da dire?

IPT – Ritengo che si tratta di un aspetto molto importante del vivere in Canaria per cui vale la pena parlarne. Inoltre vorrei che fosse un promemoria delle cose da fare in questi casi.

VV – Perché dice che è un aspetto importante alle Canarie?

IPT – In Italia esiste una società abbastanza stabile, dove difficilmente la gente cambia il suo stile di vita e l’ambiente in cui si muove.

Inoltre, per il modificarsi delle stagioni e le numerose attività extralavorative, ognuno di noi possiede molte cose accumulate.

Quando si decide di spostare la propria residenza in una nuova casa, i costi possono essere molto alti per la necessità di portarsi dietro il proprio mobilio e tutto quello che ci appartiene.

In Canaria, al contrario, tutto è provvisorio. L’immigrazione europea è molto alta e queste persone, soprattutto nei primi anni dall’arrivo, nell’attesa di una sistemazione definitiva, cambiano spesso lavoro e attività e di conseguenza l’area in cui vivere.

Inoltre con il tempo modificano le proprie esigenze, comprendendo che la zona scelta all’inizio può non essere l’adeguata. Per questo motivo, il cambio di casa è facilitato perchè questo è quello che richiede il mercato.

VV – Perchè crede che sia facilitato?

IPT – Beh, non ci vuole molto a cambiare. I proprietari forniscono appartamenti ammobiliati e attrezzati, completi di ogni cosa che possa servire all’inquilino.

Inoltre, grazie al buon clima, non possediamo molto da portarci dietro. Il trasloco si riduce quindi a un nuovo contratto, qualche scatolone e un paio di valigie.

Non sarà neppure necessario fare le volture dei servizi (acqua, elettricità, immondizia e condominio), perchè restano quasi sempre a nome del proprietario.

VV – D’accordo, si cambia spesso casa ed è più facile. Quindi di quale promemoria parla?

IPT – Ovviamente delle procedure amministrative. Quando una persona arriva in Canaria, per prendere la residenza si iscrive in diversi uffici.

Molti poi non collegano questa iscrizioni con il fatto che dovranno mantenere aggiornati quei dati, tornando in tutti quegli uffici ogni volta che sono in possesso di un nuovo contratto d’affitto.

VV – Dove si fanno quindi questi aggiornamenti?

IPT – I principali adempimenti sono dovuti alla nostra condizione di cittadini di un altro Stato e sono obbligatori, quasi sempre, entro un mese dal trasferimento. Sono quelli fatti negli enti pubblici che io chiamo “i quattro uffici basilari”.

VV – Ce li può elencare?

Certamente! Eccoli:

1. Comune sul cui territorio si trova la nuova casa per ricevere un nuovo Certificado de Empadronamiento.

2. Policia, per ricevere un nuovo Certificato di Registro attualizzato

3. Hacienda, per regolarità ma anche per la legittimazione dello scarico fiscale del costo dell’affitto.

4. Consolato italiano, per potere ricevere regolarmente le comunicazioni che ci appartengono.

VV – Nient’altro?

IPT – Gli altri adempimenti sono quelli normali di un cambio di casa, da fare per non perdere comunicazioni, controllare che i nostri dati non finiscano in mano di altri ed avere servizi più vicini alla nostra reale situazione abitativa:

· Centro di Salute competente per la nuova zona di residenza.

· Datore di lavoro per chi è dipendente e commercialista per chi opera in proprio.

· Banche e assicurazioni.

· Compagnie telefoniche, fornitori di servizi classici o informatici, associazioni, enti vari.

· Gli uffici della motorizzazione per chi possiede auto o moto.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

64 − = 58