LAVORO: Le nuove misure adottate dal governo spagnolo

0

Le nuove misure adottate ieri dal governo per l’attuale situazione di emergenza nel nostro paese sono portate alla vostra attenzione:

– Durante il mese successivo all’entrata in vigore del regio decreto pubblicato il 14/03/2020, le società di acqua, elettricità e gas naturale non saranno in grado di sospendere le forniture a quei consumatori che sono vulnerabili, gravemente vulnerabili o a rischio di esclusione sociale secondo RD 897/2017, sono quelli che entrano a meno di 806,76 € se non ci sono bambini in famiglia, 1.075,68 € se c’è un solo figlio e 1.344,60 € se ci sono più di due bambini.

– Il telelavoro e il lavoro a distanza saranno promossi e prioritari, in via eccezionale fino al ripristino della normalità, il tutto per evitare l’interruzione temporanea o la riduzione dell’attività.

– I lavoratori saranno in grado di adattare le loro ore di lavoro e / o ridurre le loro ore di lavoro fino al 100% per la cura dei parenti mediante relazioni ematiche fino al 2 ° grado, mentre dura la situazione di massima allerta per COVID-19. Questa petizione non può causare licenziamento o ritorsioni aziendali. Logicamente questo implica la perdita di stipendio per quel tempo che è ridotto.

– Moratoria sul debito ipotecario per l’acquisizione della residenza abituale: per applicare questa misura, il debitore deve essere disoccupato a causa di COVID-19 o, se è un imprenditore, dimostrare una sostanziale perdita di reddito. Tutto ciò è soggetto ai limiti stabiliti dal regio decreto che devono essere studiati in ciascun caso particolare, poiché dipende da situazioni personali individualizzate.

– Cessazione dell’attività dei lavoratori autonomi: con una natura e una validità eccezionali limitate a 1 MESE dall’entrata in vigore del RD 463/20 del 14 marzo, i lavoratori autonomi le cui attività sono sospese, o altrimenti, quando non sono sospese ma il loro fatturato è ridotto, almeno del 75% rispetto al fatturato medio del semestre precedente, avranno diritto allo straordinario beneficio derivante dalla cessazione dell’attività purché soddisfino i seguenti requisiti: essere registrati al momento del fatto, se l’attività non viene sospesa, prova una riduzione della tua fatturazione di almeno il 75% rispetto al semestre precedente, sii corrente sul pagamento della sicurezza sociale. L’importo da ricevere sarà il 70% della base normativa e sarà incompatibile con qualsiasi altra prestazione di sicurezza sociale.

– ERTE (file di regolamento sull’occupazione temporanea): per la sospensione dei contratti o la riduzione temporanea dell’orario di lavoro. In questi casi possono essere richiesti e verrà data una risposta entro 5-7 giorni. Se concesso: la società è esente dal pagamento della tassa di previdenza sociale (questa per le società con meno di 50 lavoratori). Il lavoratore continuerebbe a raccogliere la disoccupazione e questa disoccupazione non sottrarrà la disoccupazione accumulata dal lavoratore.

– Viene aperta una linea di credito alle imprese e ai lavoratori autonomi, che sarà data dalle banche.
– Differimento dei debiti fiscali fino a 6 mesi, i primi tre mesi sono senza interessi, il resto no.
– Se i certificati digitali scadono, il termine verrà esteso e potranno continuare a essere utilizzati.
– In caso di scadenza del DNI, la sua durata sarà estesa.

+34 922 89 88 92

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

− 4 = 6