Plusvalenza e dichiarazione dei redditi dei non residenti proprietari di un immobile

0

Plusvalenza e dichiarazione dei redditi dei non residenti proprietari di un immobile

Il 31 dicembre 2021 scade il termine per pagare le imposte sul reddito dei non residenti che sono proprietari di un immobile non affittato in Spagna per l’anno 2020.

I non residenti che sono proprietari di un immobile in Spagna devono presentare annualmente – entro la fine di ogni anno successivo all’anno di acquisto – una dichiarazione dei redditi basata sul valore catastale della casa se questa non è affittata; se l’immobile è locato gli obblighi fiscali sono diversi.

Il valore per calcolare l’imposta nel caso l’immobile non sia affittato si ottiene applicando una percentuale del 2% o dell’1,1% sul valore catastale dell’immobile – si applica l’1,1% quando il valore catastale dell’immobile è stato rivisto negli ultimi 10 anni ed il 2% negli altri casi; l’importo dell’imposta da versare è calcolato applicando a tale somma il 19% per i cittadini dell’Unione Europea o il 24% per i cittadini extra UE.

Se il non residente vende l’immobile dovrà pagare l’imposta sulla plusvalenza che si calcola applicando il 19% sulla differenza tra il prezzo di vendita (da cui si possono dedurre le spese ed imposte relative alla vendita se documentate) e quello di acquisto (includendo le spese e le imposte relative all’acquisto se documentate), in caso di eredità si prenderà in considerazione il valore dichiarato nella scrittura di accettazione di eredità. L’acquirente deve applicare una ritenuta del 3% sul prezzo concordato e pagarlo all’ufficio imposte spagnolo entro un mese dalla data della firma dell’atto di vendita come pagamento anticipato dell’imposta dovuta dal venditore; l’importo della ritenuta sarà dedotto dall’imposta sulla plusvalenza da pagare nella dichiarazione che il venditore dovrà presentare nel termine di tre mesi dalla scadenza del termine per pagare il 3% – è possibile richiedere un rimborso (totale o parziale) se il 3% è superiore all’imposta sulla plusvalenza dovuta dal venditore, per esempio quando il prezzo di vendita è inferiore al prezzo di acquisto si potrà richiedere il rimborso totale del 3%.

Avv. Vera Liprandi

Per ulteriori informazioni o una consulenza con l’avvocato italiano e spagnolo Vera Liprandi, si prega di inviare una mail a tenerife@decottalaw.net o chiamarci al telefono +34 922719520.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui