RESPONSABILITÀ PENALE DELLA PERSONA GIURIDICA

0

logo-civita

A partire dal Natale del 2010 la Spagna ha assunto la tesi per la quale se la persona fisica può commettere delitti, questi possono essere commessi anche dalla Persona Giuridica, le Imprese.

 

La responsabilità penale della persona giuridica fu introdotta nel sistema punitivo Spagnolo in occasione della riforma generale del Codice Penale attraverso la Legge Organica n.5 del 2010.

La legge non pretende la punizione di tutte le attività ipoteticamente commisibili dalla persona giuridica, se non, chiaramente, esclusivamente quelle dei delitti che prevede espressamente e penalizza come tali nella parte generale del Codice Penale, come per esempio; la truffa, i delitti contro la proprietà Intellettuale, industriale, il riciclaggio di denaro sporco, i delitti contro la Agenzia delle Entrate e della nostra corrispondente INPS, i delitti contro la salute pubblica ecc.

{loadposition adsense-riquadro-articoli-piccolo}Inoltre, la Spagna non ha approfittato della occasione per trasporre tutte le sue obbligazioni Internazionali in questa materia, già che quella que aveva contratto nel sottoscrivere la Convenzione delle Nazioni Unite contro la Delinquenza Organizzata transnazionale, del 15/11/200 (conosciuto come il Convegno di Palermo) di tifipicare alcuni delitti come suscettibili di essere commessi dalla Persona Giuridica, non si è sviluppato, per cui non si includono anche se si dovrebbe: il delitto di organizzazione/gruppo criminale e il delitto di ostruzione alla giustizia.

La colpevolezza della persona giuridica, è vincolata alla naturalezza della sanzione: di conseguenza, no se le può applicare la pena impossibile, della privazione della libertà deambulatoria, essendo invece paradigmatica la Multa, compatibile anche con altre, come la dissoluzione, la sospensione di attività, la chiusura di locali, la proibizione di attività future, la inabilitazione ad ottenere sovvenzioni o aiuti, o l’intervento giudiziario, il tutto connesso con il grado di Responsabilità previsto nell’art. 31 bis del codice penale che distingue tra la Responsabilità dell’Amministratore di fatto o di diritto, da quella dell’impiegato o subordinato.

Nonostante nella Esposizione dei Motivi della Riforma si sostenga que ” sono numerosi gli strumenti giuridici internazionali che chiedono una risposata penale chiara per la persona giuridica” è certo che la complessità normativa in questa materia nei diversi Stati membri della Unione Europea, non la rendono effettiva.

Avvocato Civita Masone

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

+ 17 = 22