Spagna. Le banche non possono obbligare i clienti a contrarre polizze assicurative

0

Il cosiddetto “Proyecto de Ley de Distribución de Seguros y Reaseguros Privados” si trova in discussione presso il parlamento ed entrerà in vigore il prossimo ottobre, con un notevole aumento della trasparenza a favore dei consumatori e alcune condizioni di concorrenza leale per tutti gli operatori del settore.

Si stima che circa 850.000 canari abbiano contratto una polizza sulla vita, pari a circa il 40% della popolazione, con un capitale medio assicurato di circa 35.000 Euro. Le polizze sulla vita, assieme a quelle sul decesso, sono quelle più vantaggiose in Spagna. Nel primo caso, è la banca a trarne maggior vantaggio, perché ha una quota di mercato superiore al 70%, con margini di guadagno che raggiungono il 50%. Ma perché? Perché il prezzo che il cliente paga per la sua polizza sulla vita, nel momento in cui la contratta con la banca, è molto più caro del prezzo normale, che è di circa il 48% inferiore.

Molti di quelli che acquistano una polizza lo fanno perché in questo modo ottengono migliori condizioni con l’ipoteca contrattata con la banca, mentre altri semplicemente contraggono una polizza sulla vita perché è inclusa nelle condizioni della propria carta di credito, quindi, spesso, lo fanno senza saperlo. A questa mancanza di trasparenza si vuole supplire con questo progetto di legge.

“Colui che si farà carico di leggere i paragrafi in piccolo rivolti ai consumatori, farà un favore a tutti, anche se ciò comporterà inizialmente un lavoro in più per il settore, in termini di documentazione e burocrazia. Gli operatori dovranno informare di tutti i costi e le spese associate al prodotto, come anche dei rischi, dei vincoli e dei benefici che genera questo tipo di contratto”, queste le parole di Sergio Barrera, Presidente del Colegio de Mediadores de Las Palmas.

Durante le recenti “Jornadas del Seguro en Canarias” sono intervenuti José Ramón García Aragón, magistrato presso il Tribunale di Prima Istanza n. 7 de Las Palmas, Miguel Ángel Siverio De la Rosa, promotore de Negocio Agropecuario e direttore generale territoriale di Mapfre ed Estefanía Pintor Medina, segretaria dell’Associazione Canaria de Abogados, specializzata in Assicurazioni, Trasporti e Responsabilità Civile (ACAESE).

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

20 − = 17