SPAGNA. Permesso di paternità: durata e requisiti

0

SPAGNA. Permesso di paternità: durata e requisiti

Da Aprile 2019 il permesso di paternità e quello di maternità sono stati unificati. In Spagna, questo tipo di prestazioni si chiamano premio alla nascita (prestación por nacimiento) e premio adozione o affido di minore (cuidado del menor).

I beneficiari del permesso di paternità sono quei genitori che, alla nascita del figlio, piuttosto che all’adozione, tutela o affido del minore, necessitino di un periodo di tempo da passare con la famiglia, per cui l’attività lavorativa viene sospesa, come anche temporaneamente il contratto di lavoro. I genitori, per usufruire dei benefici, devono trovarsi nella seguente condizione contrattuale:

Persone assunte come dipendenti. Lavoratori autonomi, liberi professionisti.

Se avete diritto al permesso di paternità a prescindere dal tipo di contratto, sempre che siate registrati presso la Seguridad Social (Previdenza Sociale) e abbiate contabilizzato 180 giorni contributivi negli ultimi 7 anni, o 360 giorni in tutta la vita professionale. Inoltre, il lavoratore autonomo che richieda il permesso di paternità deve essere in regola con il pagamento dei contributi versati alla Seguridad Social. Durante il permesso di paternità si percepisce il 100% della base normativa, come se il lavoratore fosse in congedo medico comune. Se hai un contratto di formazione, sarà del 75%.

Se riscuoti la disoccupazione, verrà cancellata la tua indennità di disoccupazione e i tuoi contributi previdenziali, in modo da poter ricevere l’indennità di paternità. Il congedo per paternità avrà una durata di 4 mesi, le prime quattro settimane verranno conteggiate ininterrottamente dopo il parto o l’adozione.

I bonus per nascita o cura del minore sono garantiti al genitore per sancire il diritto ad essere padre, padre biologico o padre per adozione o affidamento.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui