11 Settembre, una poesia… per ricordare

0

11 Settembre, una poesia… per ricordare

11 SETTEMBRE: PER RICORDARE

Città simbolo detta ”Grande Mela”
da voli d’odio hai avuto tanto orrore

che ha lacerato il tuo nobile cuore;
d’un fiato fatta nave senza vela.

Come occhi tristi abbozzati su tela
son le tue luci mute di dolore.

S’è arreso anche il tuo grande fervore,
fermo tra i fili di una ragnatela.

Manhattan, centro del mondo globale
questo giorno ti fa rossa di sangue;
anche l’umanità si sente offesa.

Ma la luce interiore resta accesa
a scaldare lo spirito che langue,
e il tuo futuro tornerà normale.

Ora tutto è irreale!

La follia del terrore ti ha colpita;
la vita lenirà la tua ferita.

Avrai faccia fiorita,
l’oceano cullerà lieto le sue onde,
il sole splenderà sulle tue sponde.
Ma l’oggi ti confonde:
isola dall’aspetto mutilato,
dove ogni figlio è ancora turbato.

Anche il mondo è cambiato:
le vite infrante son da ricordare,
il terrore brutale è da estirpare.

di Giancarlo Scarlassara

Notizie canarie

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui