Ma i pensionati italiani che vivono a Tenerife, sono veramente felici? (o soffrono di solitudine?)

0

pensionatiChi sceglie di espatriare lo fa spesso per godersi al meglio, una pensione che in Italia consentirebbe un tenore di vita più modesto di quanto non sia possibile all’estero, ma non solo, anche per un clima più mite e grandi possibilità di svago.

 

C’è chi è in cerca di benessere lontano da ansie e da stress postumi di una malattia, chi dopo la morte del coniuge non ce la fa più a frequentare i soliti luoghi e chi non vorrebbe trasferirsi a casa dei figli per arrivare a fine
mese.

{loadposition adsense-riquadro-articoli-piccolo}A Tenerife convergono pensionati in cerca di un costo della vita inferiore al resto dell’Europa ma anche di una destinazione ben collegata ai propri paesi di provenienza. Qualcuno desidera anche essere seppellito a Tenerife o che le ceneri vengano sparse nell’Oceano.

Io faccio parte della categoria (più o meno). Sono una neo pensionata e se fossi rimasta in Italia non avrei potuto mantenere lo stile di vita di quando lavoravo.

Dopo aver consultato e visionato località interessanti per poter vivere serenamente, ho scelto Tenerife perché più vicina all’Italia e quindi ai familiari raggiungibili con comodità.

I vantaggi dell’isola? Il clima caldo tutto l’anno, un buon sistema sanitario, poca criminalità, burocrazia efficiente e la lingua facile e comprensibile, dopo un po’ d’esercizio e qualche mese di studio. La gente è cordiale e se si è in difficoltà ci si comprende comunque.

C’è poi il microclima delle Canarie, che aiuta sia fisicamente, sia psicologicamente. Le persone sono più serene perché la maggior parte vengono in vacanza quindi con l’animo predisposto al divertimento e nell’aria, non si avverte come in Italia la tensione di chi non sa come arrivare a fine mese.

Sono già trascorsi tre anni da quando ho deciso di venire a vivere a Tenerife.

Sono stati anni di emozioni e di cambiamenti. Quando ci si trasferisce in un nuovo paese ci si deve inserire con tutte le difficoltà annesse.

Accettare la cultura del luogo che ci ospita, adattarci ai loro usi e costumi, imparare la loro lingua, mantenere uno stile di vita semplice, lontano dallo stress e dalla frenesia della società consumistica. In Italia trascorrevo maggior parte della mia vita in mezzo a decine, centinaia di persone, nel lavoro, nel traffico, nella caos, non avevo il tempo di coltivare amicizie e non ne sentivo l’esigenza. Spesso desideravo stare sola…

Seneca sosteneva che “gli altri ci distraggono e ci rubano il tempo su cose che non hanno valore”. L’espatrio è anche una condizione di solitudine che spesso è incompresa da molte persone, mi sono sentita dire di tutto ma anche che ho avuto coraggio.

La solitudine è una componente di ogni cambiamento, stare soli fa venire voglia di non avere più bisogno di tutti, ma di una selezione sugli altri che scegliamo per interrompere la nostra solitudine, a parlare e ascoltare le esperienze di vita e culture differenti.

Tuttavia c’è una grande differenza tra l’essere soli e sentirsi soli… A Tenerife non manca certo il divertimento: ci sono grandi centri commerciali in cui fare shopping, ci sono teatri dove si rappresentano bellissimi spettacoli e concerti, piscine, campi da golf, campi da tennis, parchi acquatici, molte discoteche, ristoranti, corsi di ballo… ma una cosa manca, un luogo di aggregazione per un incontro, un’amicizia…

La vita del pensionato si riduce ad una vita di solitudine, si può uscire da tutto ciò ma ci vorrebbe un “punto d’incontro”, dove si possano condividere le stesse passioni, gli stessi hobby, organizzare cene, feste a tema.
Far nascere dei veri rapporti sinceri e profondi.

Tutti abbiamo bisogno di comunicazione e di condivisione, ma nelle persone spesso è raro il desiderio di costruire rapporti veri, perché costruire un rapporto basato sul rispetto ed affetto reciproci costa impegno e fatica…

Si preferiscono quindi relazioni superficiali che non appagano però, il nostro bisogno di comunicazione, si finisce quindi nel rimanere soli…

Con l’aiuto del periodico Vivi Tenerife, desidererei creare un gruppo di persone che ha voglia e piacere di crescere ancora, condividendo esperienze e cultura ma soprattutto di divertirsi e vivere al meglio ciò che di più bello
c’è in questa isola, baciata sempre dal sole.

M.Stella Di Sirio (foto esseredonnaonline.it)

Se siete interessati, esponete le vostre idee e esigenze, scrivete a redazione@vivitenerife.com
tutto potrebbe cominciare da qui! …per sentirsi meno soli, in mezzo alla gente.

SAI CHE COS’E’ UN AMICO?
Sai che cos’è un amico?
E’ uno fra mille,che ti capisce al volo,
che sa come la pensi,
che riesce ad alleggerirti dentro,
che sa leggere i tuoi sguardi.
Amico è uno con il quale
non hai bisogno di ripetere all’infinito,
“mi fai un favore?”
perché sa già che hai bisogno di lui.
Amico è uno che sa mettersi nei tuoi panni
come tu nei suoi.
E’ colui che sa farti felice con un sorriso
e sa farti star male con una lacrima.
Amico è uno che ti tiene stretta la mano finché vuoi.
E’ uno che sa ascoltare le tue fantasie e i tuoi sogni
e ne è felice.
Amico è uno che non sopporterebbe vederti piangere
perché ti senti solo, ne soffrirebbe molto….
Anonimo

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

49 + = 51