Memorie e riflessioni …a mia figlia Elena

0

Ben oltre “nel mezzo del cammin di nostra vita , mi ritrovai” … su un ‘isola e precisamente l’isola di Tenerife, sì, proprio così: mi ritrovai perché quasi senza accorgermi, vicissitudini dopo vicissitudini mi portarono qui.

 

Si può dire dagli Appennini alle Ande ovvero dalla pianura Padana all’Oceano Atlantico…, Era una sera di maggio di un anno fa, la decisione fu unanime : vendere la casa dove avevamo trascorso ben trent’anni della nostra vita perché, motivati dal fatto che la figlia (unica) si era stabilita a Tenerife, e precisamente a Las Americas dove ha aperto una attività commerciale per sopravvivere alla crisi italiana (vedi legge Fornero e altro), anche noi eravamo convinti di cambiar vita e così è stato.

{loadposition adsense-riquadro-articoli-piccolo}Ora abitiamo a Los Cristianos, una località balneare poco distante da Las Americas, a misura giusta per noi pensionati nel senso che è dotata di servizi primari per le nostre esigenze ed in più offre l’opportunità di condurre una vita da turisti; praticamente siamo sempre in vacanza!

Tutto questo cambiamento è avvenuto nel corso di un anno in quanto l’abitazione in Italia è stata venduta in breve tempo (solo tre giorni): il tempo di visionarla da parte dell’agenzia con il potenziale cliente che subito ha deciso per l’acquisto e noi, increduli, abbiamo ricevuto la mail di conferma! Incredibile anche per l’agenzia e ora… dovevamo pensare a vuotarla, cosa non semplice data l’ampiezza della casa.

Lo sgombero è stato eseguito abbastanza velocemente nel senso che abbiamo dato parecchie cose in beneficenza ma, come si può ben immaginare in queste situazioni dove il tempo stringe, non è stato facile lasciare tutto il resto in balia di chissà chi, e quindi c’è un passato rinchiuso in tanti scatoloni. Ogni scatolone ha una sua storia, un ricordo che ci ha seguito qui a Tenerife e vivrà con noi.

Come Foscolo, cerco di trarre energia dal passato e voglia di cambiare il presente. Ebbene, ci sto riuscendo perché il passato è sempre presente, non si può cancellare con una spugna tutto il vissuto, soprattutto in un paese bello come l’Italia dove ogni angolo ha una storia, arte, cultura. Ora il presente è fatto da queste onde dell’oceano che ti trascinano in un’atmosfera che hai sempre sognato e che ora la stai vivendo.

Grazie al Creato, qui i sogni si avverano in un crescendo di tramonti, di spumeggiare delle onde, di voli di gabbiani e di pappagalli verdi con il becco arancione, il tutto sempre con lo sfondo di un mare blu e di un cielo ancora più blu.

Tutto questo è Tenerife, la Nuova Terra dove siamo approdati dopo tanto peregrinare nelle altre isole dell’arcipelago delle Canarie per avere un punto di riferimento che permettesse a tutta la famiglia di sentirsi a suo agio.

Addio monti sorgenti dalle acque, cime innevate, città affollate e strade intasate; addio luoghi di rara bellezza, di vacanze assolate e di interminabili camminate; addio allo stivale che sempre mi accompagnerà… Gianna B.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

35 − 31 =