La situazione nelle mense scolastiche canarie

0
233

La situazione nelle mense scolastiche canarie

Forse Alberto Chicote non sa – e nessuno gliene fa una colpa – che da quasi un decennio le Canarie si sono poste come obiettivo la preparazione di menù scolastici elaborati nella quasi totalità con prodotti ecologici, locali e di stagione, approcciando in questo modo fin dall’infanzia il recupero di valori ecologici, come anche la sensibilizzazione e la formazione delle famiglie, la gestione di canali distributivi, la creazione di gruppi di consumo e una pianificazione per l’aumento dell’offerta di prodotti ecologici.

Oltre a promuovere un’alimentazione più sana tra i giovani, obiettivo ultimo è quello di potenziare il settore primario delle isole, l’agricoltura biologica e la produzione a kilometro 0, di massima qualità e freschezza, grazie all’impegno degli agricoltori, del personale delle mense, delle famiglie, dei docenti e dei dirigenti che hanno deciso di partecipare a questo programma degli Eco comedores Escolares. Un progetto realizzato con il sostegno inestimabile dell’Instituto Canario de Calidad Agroalimentaria (ICCA), organismo autonomo che fa capo alla Consejería de Agricultura, Ganadería, Pesca y Aguas del

Governo delle Canarie, con la collaborazione della Consejería de Educación. Attraverso il consumo di alimenti biologici nelle mense scolari, non stiamo solamente decidendo cosa mangiare, ma ci facciamo portavoce di un modello di produzione, distribuzione e consumo di questi prodotti.

Tutto questo implica un alto livello di responsabilità sociale e ambientale, vincolato ad un processo educativo che riguarda la consapevolezza di ciò che mangiamo, la promozione di un’alimentazione sana, con diete equilibrate, con alimenti la cui produzione non contenga sostanze chimiche di sintesi, nè medicine e ormoni nella gestione degli allevamenti.

Non so che cosa abbia trovato Alberto Chicote durante la sua visita e non metto in dubbio rigore e professionalità nel lavoro di ricerca realizzato dal suo team, ma sono sicuro che concorderà con me sul fatto che generalizzare in termini negativi la situazione di tutte le mense scolastiche del nostro arcipelago non rende merito alla comunità, degradando contemporaneamente il grande lavoro come quello da me descritto e portato avanto dagli Eco comedores escolares.

Il Programma degli Eco comedores ha come obiettivo favorire e potenziare lo sviluppo della produzione agraria biologica alle Canarie. Per questo collabora all’organizzazione del settore biologico, per dare visibilità ai produttori e dignità al loro lavoro, per semplificare l’accesso dei consumatori ai prodotti biologici a prezzi adeguati sia per gli agricoltori che per i consumatori, con l’obiettivo di incorporare alimenti biologici, locali e di stagione nelle mense scolastiche e socio-sanitarie, migliorando in questo modo la qualità degli alimenti e la salute dei commensali, promuovendo allo stesso tempo la conoscenza di ciò che mangiamo e di come la nostra alimentazione incide direttamente sulle nostre vite.

Tradotto dalla redazione

Articolo scritto da Alfonso López, ex-Direttore Generale dell’Instituto Canario de Calidad Agroalimentaria ICCA del Governo delle Canarie, in risposta alle polemiche sorte in seguito alla visita di Alberto Chicote alle mense scolastiche delle Canarie.

© Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

18 − = 12