La storia del Drago canario. Il Drago millenario.

0
542

La storia del Drago canario. Il Drago millenario è sempre stato simbolo e icona della botanica endemica delle Isole Canarie, soprattutto di quelle centrali, Tenerife, Gran Canaria e La Palma. In misura minore a El Hierro e La Gomera.

Di fatto, visitatori illustri delle Canarie hanno descritto e dipinto il drago in modo speciale, come nel caso di Alexander von Humboldt e Marianne North. Il naturalista tedesco, menzionando l’esemplare di Franchy a La Orotava, quando si dirigeva a piedi verso il Teide, nel 1799, e la pittrice britannica mentre dipingeva nei giardini di Mr Litte, oggi Sitio Litre, nel Puerto de Orotava, nel 1875.

Ci sono altri magnifici esemplari del drago, come quello a Icod de los Vinos, Los Realejos, La Orotava, Tacoronte e La Laguna come ce ne sono anche nei comuni dell’isola di La Palma, Garafía e Breña Alta, ad Alajeró (La Gomera), e a Santa Brígida (Gran Canaria), dove una nuova specie venne scoperta alla fine del XX secolo, chiamata poi Dracaena tamaranae.

Poco a poco sono aumentate le conoscenze su altri tipi di drago che crescevano sulle coste atlantiche del Marocco, Dracaena draco ajgal e su isole come quella di Socotora, nello Yemen, la sottospecie Dracaena cinnabari, che tanto entusiasmarono il professor Don Luisi Ceballos, e il biologo palmero Arnoldo Santos.

L’interesse delle autorità canarie…
continua a leggere su www.vivilecanariemagazine.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

+ 47 = 50