Lettera al Direttore: Buon anno “2019” a tutti gli italiani a Tenerife

0
582

Lettera al Direttore: Buon anno “2019” a tutti gli italiani a Tenerife. 

Ogni anno immancabilmente ci ritroviamo ad augurare alle persone a noi più care un anno pieno di gioia e serenità. L’augurio  va quindi a tutte le donne e gli uomini che ora si trovano a Tenerife per ragioni di lavoro e, sono in tanti, oppure per vacanze o svago e presto rientreranno in Italia.

A tutti va il sentimento augurale di un nuovo anno pieno di motivazioni positive dove possano riaffiorare la sensibilità, l’affetto e la consapevolezza nella vita  nelle  varie sfaccettature emozionali, dove la propria vitalità con quella dei familiari e delle persone a noi più vicine sia essenziale ed indispensabile per un vivere sereno, con la quiete interiore ed il benessere spirituale di ognuno al di sopra di ogni desiderio.

Una menzione particolare  a tutti coloro che lontani dalle loro case, dagli affetti più profondi, si trovano  per lavoro, va la mia comprensione e la vicinanza personale, affinché la nostalgia unita al rammarico di trovarsi lontani venga compensata dall’amicizia e l’affetto di tanti che si sentono uniti e fisicamente vicini nel diffondere calore ed  entusiasmo  riempiendo i loro cuori di gioia e letizia.

Essendo anziano, non avendo molto tempo a disposizione mi piace citare i versi di M. Andreade che affermava – Ho contato i miei  anni ed ho scoperto che ho meno tempo per vivere da qua in poi rispetto a quello vissuto finora. Mi sento come quel bambino che ha vinto un pacchetto di dolci  i primi li ha mangiati con piacere ma quando ha compreso che ne erano rimasti pochi ha cominciato a gustarli intensamente.

Non ho più tempo per sostenere persone assurde  che nonostante  l’età cronologia non sono cresciute. Il mio tempo e troppo breve, voglio l’essenza, la mia anima ha fretta. Non ho più molti dolci nel pacchetto. Voglio vivere accanto  a persone  che sappiano ridere dei propri errori e non siano gonfiati dei propri trionfi e  che si assumano le proprie responsabilità.  Cosi si difende la dignità umana e si va  verso la vera onestà. Voglio circondarmi di persone che sanno come toccare i cuori di persone a cui i duri colpi della vita hanno insegnato a crescere con  tocchi soavi dell’anima.

Si, sono di fretta, ho fretta di vivere con l’intensità che solo la maturità sa dare. Non intendo sprecare  nessuno dei dolci rimasti. Sono sicuro  che saranno squisiti molto di più di quelli mangiati finora. Il mio obiettivo  e quello di raggiungere la fine in pace con i nostri  cari e la mia coscienza. Abbiamo due vite e la seconda inizia quando ti rendi conto che  ne hai solo una.

Grazie alla Editrice Signora Antonina Giacobbe del periodico italiano Vivi Tenerife che ormai è diventato un giornale utile a tutti specialmente a quanti vivono e lavorano alle Canarie,  mettendoci il cuore e tutta la sua passione trasformando il giornale in una sorte di focolare, attorno al quale si stringono tantissimi lettori diventando una famiglia 

Auguri a tutti – non è vero che tutto passa, ciò che e dentro al  cuore  rimane indelebile-

giannimperia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

58 − = 48