Cabildo de Tenerife. Ricercatori dell’ITER e dell’ospedale de la Candelaria velocizzano il metodo diagnostico del Covid-19

0

Cabildo de Tenerife. Ricercatori dell’ITER e dell’ospedale de la Candelaria velocizzano il metodo diagnostico del Covid-19

Il Presidente del Cabildo di Tenerife, Pedro Martín, attraverso l’lnstituto Tecnológico de Energías Renovables (ITER) ha confermato oggi che ricercatori in genomica del suddetto centro e dell’Hospital Nuestra Señora de Candelaria hanno modificato il metodo diagnostico del Covid-19 per renderlo più veloce. Questo consente non solo di ridurre della metà il tempo necessario per ottenere i risultato delle prove per il rilevamento del virus, ma anche di lavorare in autonomia, senza dipendere da produttori di mercati esteri.

I progressi raggiunti si manifestano nella riduzione del tempo e dell’impiego di fungibili commerciali, evitando contemporaneamente la dipendenza dai processi più laboriosi di rilevazione e diagnosi dell’infezione, per cui si fa uso abituale di sistemi automatizzati (robot). Il nuovo protocollo diagnostico del coronavirus SARS-CoV-2, responsabile del COVID-19, richiede approssimativamente la metà del tempo utilizzato fino ad ora. Il nuovo protocollo non sostituisce i test standard. Ma, durante una giornata lavorativa si potrebbero raggiungere il doppio dei test normalmente realizzati. Inoltre, le migliorie apportate consentono una notevole riduzione nella quantità di materiale necessario per la realizzazione di questi test, in una situazione di mercato con frontiere chiuse, dove è complicato rifornirsi di questi specifici reattivi.

Il Presidente del Cabildo ha riconosciuto il valore del lavoro svolto dall’ITER, che da varie settimane si è trasferito presso i laboratori ospedalieri. Qui è poi riuscito ad ottenere il nuovo protocollo che “è stato convalidato con diversi test per garantirne affidabilità, mettendo poi a conoscenza il Servicio Canario de Salud, che dipende direttamente dal Governo regionale”. Questo consentirà di metterlo a disposizione di altri centri ospedalieri. 

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

+ 13 = 22