Canarie: la comunità italiana aumentata del 108% negli ultimi 10 anni

0

Canarie: la comunità italiana aumentata del 108% negli ultimi 10 anni

La popolazione italiana alle Canarie è raddoppiata negli ultimi dieci anni e, attualmente, è la comunità straniera più numerosa nell’arcipelago, con 59.484 residenti risultati registrati nelle isole al 31 dicembre 2019. Di questi, 27.130 risiedono nella provincia di Las Palmas e 32.354 in quella di Santa Cruz de Tenerife, secondo i dati inclusi nell’ultima relazione dell’Instituto Nacional de Estadística (INE) relativo agli stranieri muniti di certificato di registrazione o tessera di residenza.

Inoltre, la popolazione italiana che si stabilisce alle Canarie non smette di crescere. Dal 2010, i residenti di questo paese nelle isole sono aumentati del 108%, passando da 28.467 a 59.484 di fine 2019.

Di fatto, lo scorso anno si sono stabiliti nell’arcipelago 4.066 italiani. Ciò nonostante, il Venezuela è stato il paese che ha portato più stranieri residenti alle Canarie nel 2019, per un totale di 7.732 persone.

La seconda comunità straniera più numerosa alle Canarie è quella del Regno Unito, con 40.646 britannici.

Di fatto, la terza comunità straniera più numerosa nelle isole è quella tedesca, con 39.489 teutoni residenti.

Dopo il paese mitteleuropeo segue il Marocco come quarta comunità, con 16.935 sudditi del regno alawita, residenti principalmente nella provincia di Las Palmas (13.058 in totale). Nella provincia di Santa Cruz de Tenerife, invece, la quarta comunità con più peso è la venezuelana, con 8.317 residenti.

Alle Canarie, il 31 dicembre 2019, risultavano residenti 326.689 stranieri, pari al 14,6% della popolazione delle isole.

La maggior parte dei residenti stranieri, 218.035, provengono dall’Unione Europea, mentre 46.557 dall’America Centrale e del Sud; 27.335 dall’Africa e 20.633 dall’Asia.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

46 − 39 =